Apri il menu principale
Agide III
Re di Sparta
In carica Dal 338 a.C. al 331 a.C.
Predecessore Archidamo III
Successore Eudamida I
Nome completo Ἆγις
Morte Megalopoli, 331 a.C.
Casa reale Euripontidi
Padre Archidamo III

Agide III (in greco antico: Ἆγις, Aghis, in latino Agis -ĭdis; ... – Megalopoli, 331 a.C.) fu Re di Sparta della casa reale degli Euripontidi dal 338 al 331 a.C..

BiografiaModifica

Avversò il dominio dei Macedoni sulla Grecia e tentò di sollevarla contro Alessandro Magno che si era avventurato nella sua campagna d'Asia. Riuscì a mettere insieme un esercito, composto in parte da mercenari, assoldati con il contributo della Persia, e in parte da Peloponnesiaci. Scatenò quindi la guerra che prende il suo nome contro i Macedoni. Dopo alcuni successi iniziali venne sconfitto e morì nel 331 a.C. a Megalopoli ad opera del reggente macedone Antipatro, all'epoca della battaglia di Gaugamela.[1][2]

Diodoro testimonia che Agide, nonostante fosse ferito e trasportato da alcuni spartiati su uno scudo per portarlo al campo, si rimise l'elmo e ritornò all'azione, combattendo in ginocchio e con lo scudo che lo proteggeva completamente, scagliando le armi che i nemici lanciavano ed esponendosi perciò al pericolo di essere colpito. Proprio in uno di questi momenti, venne colpito da una lancia, riuscendo ad estrarla prima di esalare l'ultimo respiro.[3]

Gli successe il fratello Eudamida I.

NoteModifica

  1. ^ Quinto Curzio Rufo, Storie di Alessandro Magno, p. VI, 1.
  2. ^ Smith.
  3. ^ Diodoro Siculo, Bibliotheca historica, 17, 62-63.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN5724385 · GND (DE118647288 · CERL cnp00577462 · WorldCat Identities (EN5724385
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie