Aimone I di Ginevra

Aimone I (Aimón in spagnolo, Aymon in francese, in tedesco e in inglese; 1065 circa – 1128) fu Conte di Ginevra dal 1080 alla sua morte.

Aimone I
Conte di Ginevra
In carica10801128
PredecessoreGeroldo II
SuccessoreAmedeo I
Nascita1065 circa
Morte1128
DinastiaCasa di Ginevra
PadreGeroldo II di Ginevra
MadreTetberga di Svevia
ConiugeIta o Ida di Faucigny
FigliGeroldo
Amedeo e
Guglielmo

Origine modifica

Secondo lo storico e Genealogista, Samuel Guichenon, nel suo Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, Aimone era figlio del Conte di Ginevra, Geroldo II e della sua seconda moglie, Tetberga di Svevia[1], come conferma anche l'origine de Gérold, comte de Genève (1867), che riporta che Tetberga era figlia di Rodolfo di Rheinfelden[2].
Secondo la Flodoardi Annales, Geroldo II di Ginevra era figlio di Berta, figlia di Matilde, figlia del Re di Arles o delle due Borgogne, Corrado III di Borgogna e di Matilde di Francia[3]; secondo Il conte Umberto i e il re Ardoino il padre di Berta era Ugo III, conte di Egisheim[4]; mentre il padre di Geroldo II, sia secondo Samuel Guichenon che lo storico e diplomatico, Domenico Carutti, nel suo Il conte Umberto i e il re Ardoino, era Geroldo I di Ginevra[1][4], figlio del conte di Ginevra, Aimone, sia secondo Guichenon che secondo Le Grand dictionnaire historique, Volume 5[1][5].

Biografia modifica

Secondo Samuel Guichenon, suo padre, Geroldo II, verso il 1040, aveva sposato, in prime nozze, Gisela di Borgogna, nipote del conte, Rodolfo I di Borgogna[6] (molto probabilmente figlia di Willa II di Borgogna); Geroldo II da Gisela aveva avuto due figli[7]:

Anche sua madre, Tetberga, si era sposata due volte: non si conosce la successione dei matrimoni, ma sposò anche Luigi di Faucigny[2]; da questo secondo matrimonio nacque almeno un figlio, Guido di Faucigny, che fu vescovo di Ginevra, come viene confermato dal documento nº 3940 del Recueil des chartes de l'abbaye de Cluny. Tome 5, inerente a una donazione di Guido per l'anima dei propri genitori[12].

Non si conosce l'anno esatto della morte di suo padre, Geroldo II, che avvenne verso il 1080, anno in cui, secondo Le Grand dictionnaire historique, Volume 5, era ancora vivente[5]; in quello stesso anno, il suo successore, Aimone I, unico figlio maschio ancora in vita secondo le comté de Genève, fece una donazione, seguendo l'esempio del padre e del fratellastro, Conone[13]; questa donazione viene riportata anche dal documento n° REG 0/0/1/214 degli Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice[14].
Aimone fu conte di Ginevra, come conferma il caput LXIX della Bibliotheca sebusiana[15].

Nel 1084, Aimone diede l'approvazione per la costruzione del priorato di Saint-Innocent, nella diocesi di Ginevra, come da documento n° REG 0/0/1/216 degli Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice[16].

Nel 1090, Aimone (Aymo Dei gratia Genevensium comes), secondo il caput XLVI della Bibliotheca sebusiana, fece delle concessioni approvate dalla moglie, Ida ed dal figlio primogenito, Geroldo (Itæ uxoris eius, Geraldi filii eius)[17], riportate anche dal documento n° REG 0/0/1/221 degli Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice[18].
In quello stesso anno, assieme al figlio, Geroldo, fece una donazione ad una chiesa di Chamonix, come riportato dal documento n° REG 0/0/1/219 degli Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice[19].

Aimone, secondo la Histoire de Genève, approfittando di essere il fratellastro del vescovo di Ginevra, Guido, tra il 1083 ed il 1119, riuscì a farsi assegnare l'amministrazione di molte proprietà della diocesi ed inoltre costruì un castello comitale alla periferia di Ginevra[20].

Dopo la morte del fratellastro, Aimone fece un accordo col nuovo vescovo, Umberto, come viene riportato dal documento n° I della Histoire de Genève, Preuves, Volume 2[21]; l'accordo viene riportato anche dal documento n° REG 0/0/1/267 degli Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice[22].

Aimone morì verso il 1128; secondo gli Obituaires de Lyon I, Diocèse de Lyon, Abbaye de Saint-Claude (non consultato), morì il 10 maggio[23]; gli succedette il figlio, Amedeo

Matrimonio e discendenza modifica

Secondo sia Genève, origine et développement de cette république che Mémoires et documents publiʹes par la Societʹe d'histoire, Volume 1 p. 61, verso la fine del secolo XI, Aimone aveva sposato Ita o Ida di Faucigny, nipote del suo fratellastro, il vescovo di Ginevra, Guido[24][25].
Aimone I da Ida ebbe tre figli[23]:

  • Geroldo († prima del 1128), citato coi genitori nel caput XLVI della Bibliotheca sebusiana[17]
  • Amedeo, conte di Ginevra, come conferma il caput LII della Bibliotheca sebusiana[26].
  • Guglielmo († prima del 1153), citato nel caput LII della Bibliotheca sebusiana, come defunto[26].

Ascendenza modifica

Genitori Nonni Bisnonni
Geroldo I di Ginevra Bertoldo ?  
 
 
Geroldo II di Ginevra  
Berta ?  
 
 
Aimone I di Ginevra  
Rodolfo di Rheinfelden  
 
 
Tetberga di Svevia  
 
 
 
 

Note modifica

  1. ^ a b c (FR) Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, Table XVIII. Extraction de Béatrix de Genève, comtesse de Savoie, pag. 309
  2. ^ a b (FR) l'origine de Gérold, comte de Genève (1867), pagg. 94 e 95
  3. ^ (LA) MGH SS 3. Flodoardi Annales, anno 966, pag. 407
  4. ^ a b (IT) Il conte Umberto i e il re Ardoino, pag. 13
  5. ^ a b (FR) Le Grand dictionnaire historique, Volume 5, pag. 134
  6. ^ a b (FR) Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, pag. 211
  7. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: COMTES de GENEVE - GERAUD
  8. ^ (FR) Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, pag. 210
  9. ^ (FR) l'origine de Gérold, comte de Genève (1867), pag. 95
  10. ^ (FR) Regeste genevois, doc. 198, pag. 58
  11. ^ (LA) (FR) Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice, doc. REG 0/0/1/209
  12. ^ (LA) Recueil des chartes de l'abbaye de Cluny. Tome 5, doc. 3940, pagg. 293 - 295
  13. ^ (FR) Memoires et Documents Publies par la Societe D'Histoire et D'Arceologie, le comté de Genève, pag. 88
  14. ^ (LA) (FR) Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice, doc. REG 0/0/1/214
  15. ^ (LA) Bibliotheca sebusiana, centuria II, caput LXIX, pagg. 350 - 351
  16. ^ (LA) (FR) Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice, doc. REG 0/0/1/216
  17. ^ a b (LA) Bibliotheca sebusiana, centuria II, caput XLVI, pagg. 303 e 304
  18. ^ (LA) (FR) Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice, doc. REG 0/0/1/221
  19. ^ (LA) (FR) Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice, doc. REG 0/0/1/219
  20. ^ (FR) Histoire de Genève, La feudalità, 2) il vescovo e il conte di Ginevra
  21. ^ (LA) Histoire de Genève, Preuves, Volume 2, doc. I, pagg. 3 - 6
  22. ^ (LA) (FR) Archives de l'Abbaye de Saint-Maurice, doc. REG 0/0/1/267
  23. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: COMTES de GENEVE - AIMON I de Genève
  24. ^ (FR) Genève, origine et développement de cette république, pag. 225
  25. ^ (FR) Mémoires et documents publiʹes par la Societʹe d'histoire, Volume 1, pag. 61
  26. ^ a b (LA) Bibliotheca sebusiana, centuria II, caput LII, pagg. 321 e 322

Bibliografia modifica

Fonti primarie modifica

Letteratura storiografica modifica

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica