Apri il menu principale
Air Austral
Logo
Air Austral Boeing 777-200LR; F-OLRA@SYD;31.07.2012 666el (7863280956).jpg
StatoFrancia Francia
   Riunione Riunione
Fondazione1974
Fondata daGerard Etheve
Sede principaleSaint-Denis
FilialiEwa Air
Persone chiaveMarie Joseph Malé (CEO)
SettoreTrasporto
ProdottiCompagnia aerea
Sito web
Compagnia aerea standard
Codice IATAUU
Codice ICAOREU
Indicativo di chiamataREUNION
HubRiunione-Roland Garros
Frequent flyerCapricorn
AlleanzaVanilla Alliance
Flotta8
Destinazioni14[1] (2017)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

L'Air Austral è una compagnia aerea di Riunione, con base presso l'aeroporto di Riunione-Roland Garros, a Saint-Denis. Nel 2012 era l'undicesima compagnia aerea francese per traffico passeggeri con poco più di 1 milione di passeggeri trasportati.[2]

StoriaModifica

La compagnia è operativa a partire dal 1974 con il nome di RÉUNION AIR SERVICE, e nel 1977 inaugura il suo primo collegamento a medio raggio tra Riunione e Mayotte con un HS 748. Nel 1986 cambia nome e diventa AIR RÉUNION, mentre nel novembre del 1990 prende il nome attuale AIR AUSTRAL.

Tra il 1990 e 1997 entrano a far parte della flotta tre Boeing 737 e nel 2000 viene acquisito un ATR 72-500. In questo periodo Air Austral si specializza in voli a medio raggio collegando l'isola di Riunione con Sudafrica, Comore, Madagascar, Mauritius, Mayotte e le Seychelles.

Nel 2003, con l'acquisizione di due Boeing 777-200ER, inizia i primi collegamenti a lungo raggio con l'aeroporto di Parigi-Roissy a cui nel 2005 si aggiunge la tratta RiunioneMarsiglia e Riunione↔Lione, dopo l'acquisto di un ulteriore Boeing 777-200ER, nel 2007 è stato introdotto anche un collegamento RiunioneTolosa.

FlottaModifica

Ad agosto 2017 la flotta di Air Austral era composta nel seguente modo:

Flotta di Air Austral
Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
C Y+ Y Total
ATR 72-500 1 64 64 2 in leasing a Eva Air
Boeing 737-800 2 18 144 162
Boeing 777-300ER 3 14 40 384 438
Boeing 787-8[3] 2 18 244 262
Totale 8

NoteModifica

  1. ^ air-austral_com, Guide horaire des vols Air Austral, su air-austral.com. URL consultato il 6 novembre 2010.
  2. ^ (FR) Bulletin statistique DGAC pour l’année 2012 (PDF), in http://www.developpement-durable.gouv.fr/Bulletin-statistique.html, Direction Générale de l'Aviation Civile, p. 21. URL consultato il 22 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2013).
  3. ^ Mavis Toh, Air Austral takes first 787, Singapore, Flightglobal, 25 maggio 2016. URL consultato il 25 maggio 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica