Apri il menu principale

BiografiaModifica

Dopo il diploma in scienze politiche entra negli anni 30 nel mondo del cinema come aiuto regista e organizzatore per conto di varie produzioni, sarà assistente di Blasetti, Bonnard, Lattuada, collabora anche come sceneggiatore per Cerchio e Borghesio.

Nel 1941 dirige il suo primo ed unico film Il ponte sull'infinito, nel cast anche sua moglie, l'attrice Bianca Doria che aveva adottato il suo cognome dopo il matrimonio, nel 1944 a quarandue anni Doria muore prematuramente, vittima di un incidente stradale.

FilmografiaModifica

BibliografiaModifica

  • Francesco Savio, Ma l'amore no, Sonzogno Milano 1975
  • AA.VV. i registi Gremese editore Roma 2002

Collegamenti esterniModifica