Alessandro Nicosia

imprenditore italiano

Alessandro Nicosia (Catania, 27 marzo 1953) è un imprenditore italiano da oltre 30 anni organizzatore di mostre ed eventi culturali nazionali e internazionali.

BiografiaModifica

Nasce a Catania il 27 marzo 1953.

Si trasferisce con la famiglia a Roma nel 1964, dove consegue la Maturità classica al Liceo Mameli e la Laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Siciliano d’origine ma romano d’adozione, è sposato e ha due figlie.

Attivo fin dagli anni universitari nel panorama artistico e istituzionale di Roma, è proprio nella Capitale che nasce e si sviluppa il suo percorso manageriale alla guida di diverse società, alcune delle quali da lui fondate e tutte accomunate dalla medesima missione, ovvero la divulgazione e la fruizione al grande pubblico di grandi eventi culturali.

Per il suo impegno nella sua attività imprenditoriale, nel 2003 è stato insignito dall’allora Presidente Carlo Azeglio Ciampi dell’onorificenza di Commendatore al merito della Repubblica Italiana.

Su incarico del Ministro degli Affari Esteri e del Ministro per i Beni e le Attività Culturali ha diretto il Museo nazionale dell’Emigrazione Italiana (Complesso Monumentale del Vittoriano) dal 2009 al 2016.[1]

Principali attivitàModifica

Tra le mostre curate ed organizzate da Alessandro Nicosia dedicate all'arte europea dell'Ottocento e del Novecento, vanno ricordate esposizioni come Michelangelo e la Sistina, organizzata al Braccio di Carlo Magno in Vaticano e definita da papa Giovanni Paolo II una manifestazione «di così alto profilo artistico e culturale», e Il mondo di Snoopy[2] del 1992, in occasione della quale Nicosia organizza un incontro tra il creatore dei Peanuts, Charles M. Schulz, e Federico Fellini. Il legame con il regista e con tutta la famiglia Fellini porta all'organizzazione di una serie di eventi organizzati in esclusiva in Italia e all'estero, anche nel Guggenheim Museum di New York[3].

Molteplici sono anche le mostre dedicate a noti personaggi italiani (come, per esempio, Luciano Pavarotti[4], Sophia Loren[5] e Alberto Sordi[6]), alle vittime della Shoah[7] (2008-2013) e ai 150 anni dell'Unità d'Italia[8] (2011).

Tra le attività organizzate da Alessandro Nicosia all'estero si ricordano quelle svolte al Pergamon Museum di Berlino (Pinakes), ad Hannover (Expo 2000), al Guggenheim Museum di New York (Fellini!)[9], all'Ambasciata d'Italia a Washington (Regioni e Testimonianze e Garibaldi e l'America) e alla New York Public Library (Oriana Fallaci. Intervista con la storia[10]).

OnorificenzeModifica

  Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— Di iniziativa del Presidente della Repubblica Italiana.[11]

NoteModifica

  1. ^ Biografia » Alessandro Nicosia, su www.alessandronicosia.it. URL consultato il 5 gennaio 2016.
  2. ^ Margherita De Bac, “Caro Snoopy, non sei eterno”, in Il Corriere della Sera, 17 ottobre 1992. URL consultato il 24 gennaio 2015.
  3. ^ Maurizio Porro, New York onora Fellini. Scorsese: mito per tutti, in Il Corriere della Sera, 31 ottobre 2003. URL consultato il 24 gennaio 2015.
  4. ^ Donata Marrazzo, Il mondo ricorda Pavarotti, in Il Sole 24 Ore, 5 settembre 2008. URL consultato il 24 gennaio 2015.
  5. ^ Sophia Loren in una mostra, in Il Tempo, 31 marzo 2006. URL consultato il 24 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2015).
  6. ^ Donata Marrazzo, Roma celebra Alberto Sordi, un omaggio ai suoi mille volti, in Il Sole 24 Ore, 14 febbraio 2013. URL consultato il 24 gennaio 2015.
  7. ^ Giornata della Memoria, in mostra a Roma la vita nei ghetti nazisti, in Il Messaggero, 26 gennaio 2012. URL consultato il 24 gennaio 2015.
  8. ^ Italia 150: ecco la Roma tricolore tra feste, concerti e mostre, in Il Messaggero, 15 marzo 2011. URL consultato il 24 gennaio 2015.
  9. ^ Fellini!, su http://www.guggenheim.org/. URL consultato il 24 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2015).
  10. ^ Fallaci, quell' intervista a Kissinger, su archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  11. ^ Nicosia Dott. Alessandro, su http://www.quirinale.it/. URL consultato il 24 gennaio 2015.