Apri il menu principale
Alfred Keogh
Alfred Henry Keogh.jpg
NascitaDublino, 3 luglio 1857
MorteLondra, 30 luglio 1936
Luogo di sepolturaCimitero di Marylebone, Finchley
Dati militari
Paese servitoRegno Unito
Forza armataBritish Army
Anni di servizio1880-1910
1914-1918
GradoTenente generale
GuerreSeconda guerra boera
Prima guerra mondiale
Comandante diDirector General Army Medical Services
No 3 General Hospital
Altre caricheRettore dell'Imperial College London
voci di militari presenti su Wikipedia

Sir Alfred Henry Keogh (Dublino, 3 luglio 1857Londra, 30 luglio 1936) è stato un medico irlandese[1].

BiografiaModifica

Era il figlio di Henry Keogh, un avvocato e magistrato di Roscommon[2]. Studiò presso il Queen's College di Galway, e al Guy's Hospital[3].

Dopo la laurea si è trasferito a Londra. Ha servito come medico al Brompton Hospital for Diseases of the Chest e come assistente presso il Royal Westminster Ophthalmic Hospital[2].

CarrieraModifica

Il 2 marzo 1880 prestò servizio come medico dell'esercito, come chirurgo-capitano[2]. Il suo primo incarico è stato come chirurgo al Royal Arsenal, Woolwich[1]. Il 6 marzo 1892 è stato promosso a chirurgo-maggiore[2][4]. Con lo scoppio della Seconda Guerra Boera nel 1899, fu inviato in Sud Africa[3]. È stato promosso a tenente colonnello il 6 marzo 1900[5], e divenne comandante del 3° General Hospital nei pressi di Città del Capo[1].

Nel gennaio 1902, dopo il suo ritorno dalla Seconda Guerra Boera, è stato nominato Vice Direttore Generale dell'Army Medical Services[6]. È stato promosso al colonnello il 2 dicembre 1904[2]. Il 1º gennaio 1905, è stato nominato Direttore Generale dell'Army Medical Services e promosso a tenente generale[2]. Si ritirò il 6 marzo 1910[7].

Con lo scoppio della prima guerra mondiale, riprese servizio il 3 ottobre 1914[8]. Si ritirò nel giugno 1918[1].

MorteModifica

È stato nominato Rettore dell'Imperial College London (1910-1922).

Morì a 10 Warwick Square, Londra, il 30 luglio 1936[2]. Fu sepolto nel cimitero di Marylebone, Finchley[2].

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Mark Harrison, Keogh, Sir Alfred (1857–1936), su Oxford Dictionary of National Biography, Oxford University Press, ottobre 2008. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  2. ^ a b c d e f g h Keogh, Sir Alfred Henry (1857–1936), su Plarr's Lives of the Fellows Online, Royal College of Surgeons of England, 31 luglio 2013. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  3. ^ a b Sir Alfred Henry Keogh, su Munks Roll, Royal College of Physicians of London. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  4. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 26270, 22 March 1892, p. 1704. URL consultato il 7 February 2014.
  5. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 27180, 6 April 1900, p. 2284. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  6. ^ OBITUARY, in The Tablet, 8 agosto 1936. URL consultato il 7 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).
  7. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 28346, 8 March 1910, p. 1684. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  8. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 29372, 16 November 1915, p. 11458. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  9. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 27550, 8 May 1903, p. 2921. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  10. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 29916, 23 January 1917, p. 923. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  11. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 30551, 1º March 1918, p. 2631. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  12. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 30723, 31 May 1918, p. 6532. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  13. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 30302, 21 September 1917, pp. 9861-9864. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  14. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 30306, 25 September 1917, pp. 9945-9946. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  15. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 30891, 6 September 1918, p. 10645. URL consultato il 7 febbraio 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN221225436 · ISNI (EN0000 0003 6098 8826 · LCCN (ENnb2011031797 · WorldCat Identities (ENnb2011-031797
  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina