Alfredo Baccelli

scrittore e politico italiano
Alfredo Baccelli
Alfredo Baccelli.jpg

Ministro delle Poste del Regno d'Italia
Durata mandato 8 febbraio 1906 –
29 maggio 1906
Monarca Vittorio Emanuele III di Savoia
Capo del governo Sidney Sonnino
Predecessore Ignazio Marsengo-Bastia
Successore Carlo Schanzer
Legislature XXII

Senatore del Regno d'Italia
Legislature XXVI

Dati generali
Partito politico Partito Nazionale Fascista
Titolo di studio laurea

Alfredo Baccelli (Roma, 10 settembre 1863Roma, 12 settembre 1955) è stato uno scrittore e politico italiano.

Figlio di Guido, fu Ministro delle Poste e Telegrafi del Governo Sonnino I, presentando un disegno di legge sulla regolamentazione delle convenzioni marittime.

Iscritto al Partito Nazionale Fascista fu poi senatore del Regno d'Italia nella XXVI legislatura.

ScrittiModifica

  • Uomini e cose del mio tempo, Istituto per l'Enciclopedia De Carlo, Roma 1942, pp. 226

OnorificenzeModifica

  Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia
  Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

BibliografiaModifica

  • G. Chialvo, Alfredo Baccelli, in Nuova Antologia, 1º giugno 1916, pp. 290 ss.;
  • A. Pagano, Alfredo Baccelli poeta e prosatore, Napoli 1920;
  • V. Karkò, Alfredo Baccelli poeta, romanziere, critico, Caserta 1920;
  • P. De Luca, Alfredo Baccelli, Milano 1921;
  • Momus [Augusto Piccioni], Alfredo Baccelli scrittore, Ferrara 1922;
  • V. Gerace, Alfredo Baccelli romanziere, in Nuova Antologia, 1º luglio 1928, pp. 130 ss.;
  • F. Sofia-Cannatà, Scrittori in rilievo. Profili, I, Taurianova 1933, pp. 5-26;
  • E. Romagnoli-R. Biordi, Le opere e la poesia di Alfredo Baccelli, Roma 1933;
  • D. Costantino, Alfredo Baccelli, Catania 1934;
  • N. D'Aloisio, Alfredo Baccelli, Lanciano 1938;
  • C. Weidlich, All'insegna del torchio. Amicucci, Baccelli, Baldini, Camuncoli, Della Massea, De Simone, Di Giovanni, Meucci, Notari, Paternostro, Palermo 1939, pp. 33-52;
  • L. Russo, I narratori (1850-1950), Milano-Messina 1951, pp. 75-76;
  • E. Rivalta, Come parlano i deputati, V,Roma 1913, pp. 345-350.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN22234940 · ISNI (EN0000 0001 2099 8347 · SBN IT\ICCU\LO1V\044771 · LCCN (ENno2011053112 · GND (DE119318938 · BNF (FRcb12442972s (data) · BAV (EN495/325831 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011053112