Apri il menu principale

Alina, regina di Golconda

opera di Gaetano Donizetti
Alina, regina di Golconda
Lingua originaleitaliano
Generemelodramma
MusicaGaetano Donizetti
LibrettoFelice Romani
Fonti letterarieLa reine de Golconde di Stanislas de Boufflers e il libretto di Michel-Jean Sedaine per il balletto Aline, reine de Golconde di Pierre-Alexandre Monsigny
Atti2
Prima rappr.12 maggio 1828
TeatroTeatro Carlo Felice, Genova
Versioni successive
Personaggi
  • Alina, fu pastorella, poi regina di Golconda (soprano)
  • Fiorina, prima delle schiave (mezzosoprano)
  • Seide, Grande del regno, pretendente d'Alina (tenore)
  • Volmar, ambasciatore francese, amante d'Alina (baritono)
  • Belfiore, aiutante di Volmar, amante di Fiorina (basso)
  • Hassan, grande ufficiale di corte (tenore)
  • Cora, una delle schiave della regina (attrice)
  • Coro di baiadere, bramini, Grandi del regno. Guardie indiane, guardie francesi

Alina, regina di Golconda è un'opera in 2 atti di Gaetano Donizetti su libretto di Felice Romani. Fu rappresentata per la prima volta al Teatro Carlo Felice di Genova il 12 maggio 1828.[1] Una versione riveduta andò in scena al Teatro Valle di Roma, 10 ottobre 1829.[1]

Gli interpreti delle prime rappresentazioni furono:[1]

Ruolo Interprete
(12 maggio 1828)
Interprete
(10 ottobre 1829)
Alina Serafina Rubini Annetta Fischer
Fiorina Carolina De Vincenti Agnese Loyselet
Seide Giovanni Battista Verger Pietro Gentili
Volmar Antonio Tamburini Federico Crespi
Belfiore Giuseppe Frezzolini Filippo Spada
Hassan Antonio Crippa

TramaModifica

La scena è in India, nel regno di Golconda.

Atto IModifica

Alina, umile ragazza di campagna, viene catturata dai pirati e condotta nel regno di Golconda, dove il vecchio re si innamora di lei, la sposa e poco dopo muore, lasciandola vedova e regina. I sudditi le chiedono di trovare un altro marito, e il nobile e Seide, nobile e bello, emerge come il candidato più probabile. Alina però non riesce a dimenticare un precedente innamorato, Ernesto Volmar, un ufficiale dell'esercito francese; ciononostante, sta per annunciare la sua scelta, quando si odono tre colpi di cannone e giunge una nave francese. L'ambasciatore è Volmar, tormentato dal ricordo della ragazza che gli è stata strappata.

Alina viene presa da una gioia e un'eccitazione frenetici. I suoi sentimenti vengono compresi solo dall'amica francese Fiorina, anch'essa rapita dai pirati. Fiorina ha lasciato un marito, Belfiore, con il quale litigava sempre, e non sa se desiderare di rivederlo o temere questo incontro. Per una curiosa coincidenza, l'aiutante di campo di Volmar è proprio Belfiore.

Alina decide di mettere alla prova l'amore di Volmar: naturalmente, egli non sa che lei è la regina. Dapprima, fa in modo che Volmar senta la sua voce mentre ella stessa si nasconde tra le proprie schiave. Volmar è stupito e incantato, ma Alina e Fiorina spiegano che è normale per un viaggiatore in una terra straniera sentire voci che gli ricordano quelle della madrepatria. Anche Belfiore ha udito la voce di Fiorina, ma ha reagito con orrore. In seguito, Alina nomina Volmar re, ma, come lei sperava, egli rifiuta, volendo restare fedele alla memoria della ragazza che amava. Nel frattempo, Seide si è facilmente reso conto dell'amore di Alina per Volmar e, guidato dalla gelosia, incita i suoi seguaci a ribellarsi.

Atto IIModifica

Per la prova finale, Alina ricostruisce i giardini in Provenza nei quali lei e Volmar si incontrarono la prima volta, spiegandogli che tutto ciò che è successo è stato un sogno. Egli è inizialmente incredulo, ma poi si abbandona all'amore. Fiorina decide di sottoporre Belfiore alla stessa prova, dicendogli che Golconda e tutto ciò che vi è accaduto è stato un sogno seguito a un'abbondante bevuta. Belfiore racconta il suo "sogno", aggiungendovi numerosi dettagli di conquiste amorose.

Nel frattempo, la rivolta di Seide è scoppiata. Le due ragazze devono chiedere aiuto a Volmar e Belfiore, rivelando loro la verità. Seide irrompe e affronta Alina. La supplica di amarlo, ma al suo rifiuto la getta in prigione. Volmar però, ora che sa chi è realmente Alina, ritorna con i francesi, sconfigge le truppe di Seide e installa nuovamente Alina sul trono. Alina è commossa per l'affetto dimostratole dal popolo, ma l'opera termina con un suo appassionato canto d'amore per Volmar (Eri di notte il sogno, eri il pensier del di)

Struttura musicaleModifica

  • Sinfonia

Atto IModifica

  • N. 1 - Introduzione Or che da te rimuovi (Coro, Alina, Hassan, Fiorina, Seide)
  • N. 2 - Duetto fra Belfiore e Volmar Bel paese, ciel ridente
  • N. 3 - Quartetto fra Alina, Fiorina, Volmar e Belfiore Insiem si consultano (Alina, Fiorina, Volmar, Belfiore, Hassan)
  • N. 4 - Aria di Seide Dunque invan mi lusingai (Seide, Coro)
  • N. 5 - Finale I Fra quante il mar dell'India (Coro, Volmar, Alina, Belfiore, Fiorina, Seide)

Atto IIModifica

  • N. 6 - Aria di Fiorina Più d'Alina impaziente (Fiorina, Coro)
  • N. 7 - Coro e Duetto fra Volmar ed Alina Andiam: cogliamo i grappoli - Sei pur tu che ancor rivedo? (Coro, Volmar, Alina)
  • N. 8 - Aria di Belfiore Io sognai che disperato (Belfiore, Fiorina, Coro)
  • N. 9 - Duetto fra Seide ed Alina Io t'amo Alina, io t'amo
  • N. 10 - Coro ed Aria Finale di Alina Ma più presso, ma più forte (Coro, Alina, Volmar, Belfiore, Fiorina)

DiscografiaModifica

Anno Cast
(Alina, Fiorina, Seide, Volmar)
Direttore,
Orchestra e Coro
Etichetta[2]
1987 Daniela Dessì,
Adelisa Tabiadon,
Rockwell Blake,
Paolo Coni
Antonello Allemandi,
Orchestra Sinfonica dell'Emilia-Romagna "Arturo Toscanini"
e Gruppo Giovanile della Cooperativa «Artisti del Coro» del Teatro Regio di Parma
(Registrazione effettuata al Ravenna Festival, 15-17 luglio)
Audio CD: Nuova Era
Cat: 033.6701,
DVD: House of Opera
Cat: DVDCC 136

NoteModifica

  1. ^ a b c William Ashbrook, Donizetti. Le opere, EDT, 1986
  2. ^ Informazioni discografiche: Registrazioni di Alina, regina di Golconda su operadis-opera-discography.org.uk

BibliografiaModifica

  • William Ashbrook, Donizetti. La vita, Torino, EDT, 1986, ISBN 88-7063-041-2.
  • (EN) Osborne, Charles, The Bel Canto Operas of Rossini, Donizetti, and Bellini, Portland, Oregon: Amadeus Press, 1994 ISBN 0931340713
  • (EN) Weinstock, Herbert, Donizetti and the World of Opera in Italy, Paris, and Vienna in the First Half of the Nineteenth Century, New York: Pantheon Books, 1963. ISBN non esistente

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN179432336 · LCCN (ENn90700733 · GND (DE300935072 · WorldCat Identities (ENn90-700733
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica