Alison Elliott

attrice statunitense

Alison A. Elliott (San Francisco, 19 maggio 1970) è un'attrice statunitense.

Infanzia ed educazioneModifica

Elliott nasce da Barbara, un'insegnante di infermeria, e Bob Elliott, un programmatore di computer. Si trasferisce con la famiglia a Tokyo all'età di quattro anni, e si ritrasferisce a San Francisco a otto, dove in seguito frequentò The Urban School of San Francisco, un liceo artistico privato.

CarrieraModifica

A 14 anni, Elliott comincia la sua carriera di modella per la Ford Models, e nel 1989, si trasferisce a Los Angeles per impersonare una modella teenager nella sitcom TV Living Dolls (1989).

Elliott è meglio conosciuta per film come Torbide ossessioni di Steven Soderbergh (1995), La ragazza di Spitfire Grill (1996), Le ali dell'amore (1997) dove recitò con Helena Bonham Carter, Il miracolo di Annie (2000) e Birth - Io sono Sean (2004) con Nicole Kidman. Ha anche interpretato Virginia "Jinny" St. George nella produzione BBC di Edith Wharton The Buccaneers (1995).

Nel western del 2007, L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, Elliott interpreta Martha Bolton, la sorella maggiore di Robert Ford, affiancando Brad Pitt, Casey Affleck, Sam Rockwell e Paul Schneider.

Oltre ai suoi ruoli in TV e cinema, Elliott presta la voce a numerosi audiolibri, inclusi Belle Prater's Boy di Ruth White e il suo sequel, The Search for Belle Prater.

Filmografia parzialeModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN87074567 · ISNI (EN0000 0000 9943 3236 · LCCN (ENno98051099 · GND (DE173630847 · BNE (ESXX1306257 (data) · J9U (ENHE987007432070105171 (topic) · CONOR.SI (SL129308003 · WorldCat Identities (ENlccn-no98051099