Allan Holdsworth

chitarrista e compositore inglese
Allan Holdsworth
AH-1975-s.jpg
Allan Holdsworth nel 1978
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereFusion[1]
Art rock[1]
Rock progressivo
Periodo di attività musicale1969 – 2017
GruppiGong, UK
Album pubblicati18
Studio15
Live2
Raccolte1
Sito ufficiale

Allan Holdsworth (Bradford, 6 agosto 1946Vista, 15 aprile 2017) è stato un chitarrista e compositore inglese, considerato tra i più influenti e importanti nella musica jazz rock.

BiografiaModifica

Dopo aver suonato il violino durante la sua infanzia, inizia a suonare la chitarra verso i 18 anni. Intorno ai vent'anni, una volta entrato nel campo professionale della musica, incentra il proprio ascolto su Django Reinhardt, Jimmy Raney, Charlie Christian, Joe Pass, e John Coltrane. Ha inventato diverse tecniche, imitate e riprese da svariati artisti.

È stato un maestro della chitarra sintetizzata, sempre pronto a innovare il suo stile e la sua musica. Negli anni ottanta divenne pioniere e principale sviluppatore di un nuovo strumento chiamato Synthaxe (un midi controller) con il quale suonava controllando sei sintetizzatori contemporaneamente. Con questo strumento registrò buona parte di album quali Atavachron e Wardenclyffe Tower. L'album Flat Tire è realizzato totalmente con utilizzo del Synthaxe.

Ha iniziato a suonare con gruppi appartenenti alla scena progressive britannica come Soft Machine, Tempest, UK. Il suo genere è un misto di jazz e rock progressivo e viene spesso catalogato come fusion.

Il 16 aprile 2017 la famiglia Holdsworth ha pubblicato l'annuncio della inaspettata morte di Allan, causata da problemi cardiaci.

DiscografiaModifica

SolistaModifica

Con i GongModifica

Con gli U.K.Modifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Greg Prato, Allan Holdsworth, su AllMusic, All Media Network.  

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN69118642 · ISNI (EN0000 0001 1665 6934 · Europeana agent/base/63424 · LCCN (ENnr91021581 · GND (DE134409213 · BNF (FRcb13932372x (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr91021581