Allan Pinkerton

poliziotto, investigatore e agente segreto statunitense

Allan Pinkerton (Glasgow, 25 agosto 1819Chicago, 1º luglio 1884) è stato un poliziotto, investigatore e agente segreto scozzese naturalizzato statunitense, noto soprattutto per aver creato la Pinkerton Agency, la prima agenzia investigativa privata del mondo[1].

Ritratto di Allan Pinkerton da un numero dell'Harper's Weekly del 1884
Pinkerton, con il Presidente Lincoln e il Generale McClernand il 3 ottobre 1862

BiografiaModifica

Era figlio di un agente di polizia di Glasgow. Emigrato negli Stati Uniti, si stabilì non lontano da Chicago. Un giorno Pinkerton, vagando nei boschi vicino Dundee, si imbatté in una banda di falsari; dopo aver osservato per qualche tempo i loro movimenti informò lo sceriffo locale che li arrestò. A seguito di questo ed altri fatti analoghi, nel 1849 Pinkerton venne nominato vice sceriffo della contea di Cook (Illinois). Successivamente a Chicago impiantò un'agenzia, che si sviluppò e si ramificò dappertutto negli Stati Uniti.

Nel 1850 fondò la Pinkerton National Detective Agency, e salvò la vita al Presidente Abraham Lincoln in un attentato - episodio detto complotto di Baltimora - che precedette quello fatale di Washington. A lui fu dato l'incarico di scovare e catturare Jesse James, compito che non porterà a termine.

Muore a Chicago nel 1884 e riceve sepoltura nel cimitero di Graceland, nella stessa Chicago.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Allan Pinkerton, American detective, Encyclopædia Britannica. URL consultato il 9 novembre 2015.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3266095 · ISNI (EN0000 0000 9247 0149 · LCCN (ENn50011019 · GND (DE118742612 · NLA (EN35423725 · BAV (EN495/185221 · WorldCat Identities (ENlccn-n50011019