Allothunnus fallai

Specie di pesce osseo della famiglia Scombridae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Allothunnus fallai
Gafal u0.gif
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Scombridae
Genere Allothunnus
Specie A. fallai
Nomenclatura binomiale
Allothunnus fallai
(Serventy, 1948)

Allothunnus fallai (Serventy, 1948) è un pesce osseo marino della famiglia Scombridae. Si tratta dell'unica specie del genere Allothunnus.

DescrizioneModifica

Si tratta di uno scombride di taglia medio piccola, con corpo slanciato ma robusto, a sezione circolare. Le pinne dorsali sono due, contigue, la prima è abbastanza lunga e di altezza decrescente, la seconda piccola e subtriangolare, uguale ed opposta alla pinna anale. Il peduncolo caudale è sottile e dotato di tre carene di cui la centrale più grande e più avanzata; sono presenti anche da 6 a 8 pinnule sia nella parte dorsale che in quella ventrale. Le scaglie sono presenti solo nella parte dorsale anteriore (corsaletto), il ventre è completamente nudo. La vescica natatoria è assente[2][3].

Il colore è blu scuro o nerastro sul dorso (più scuro nella regione cefalica) e biancastro argenteo sul ventre. Non sono presenti macchie o strie sul corpo. Le pinne ventrali e pettorali sono violacee nella parteesterna e nere su quello interno[2].

La taglia massima è di 96 cm ma normalmente non supera gli 89 cm[3]. Il peso massimo noto è di 13,7 kg[2].

Distribuzione e habitatModifica

Presente in tutti gli oceani dell'Emisfero Australe tra 20° e 50° sud[3]. Un esemplare è stato catturato nel porto di Los Angeles[2] ed uno nell'Oceano Pacifico settentrionale, entrambi i casi sono considerati individui erratici[1].

È una specie pelagica oceanica che frequenta gli strati superficiali della colonna d'acqua[2].

BiologiaModifica

Questa specie forma banchi solo occasionalmente[2].

AlimentazioneModifica

L'alimentazione è planctofaga, le prede principali sono i crostacei eufausiacei (krill). Prede meno importanti sono calamari e pesci[2].

RiproduzioneModifica

I giovanili sono frequenti nella parte nord dell'areale, in acque meno fredde degli adulti[2][3].

PescaModifica

Non esiste una vera e propria pesca commerciale per questa specie e il suo valore economico è limitato. Le carni sono ottime, più chiare che nella maggioranza degli altri tonni e ricche di olio[2].

ConservazioneModifica

La specie non è considerata minacciata. Viene catturata come cattura accessoria con i palamiti per la pesca del tonno rosso australe ma le popolazioni sono stabili ed è una specie comune negli oceani dell'emisfero sud[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Allothunnus fallai, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ a b c d e f g h i (EN) Allothunnus fallai, su FishBase. URL consultato il 13/11/2014.
  3. ^ a b c d COLLETE, B.B. 1986. Scombridae. In P.J.P. White head, M.-L. Bauchot, J.-C. Hureau, J. Nielsen, and E. Tortonese (eds.), Fishes of the North-eastern Atlantic and the Mediterranea. Vol II, pp. 981-997. UNESCO, Paris. Scaricabile qui[collegamento interrotto]

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci