Aloysia Weber

soprano tedesco

Aloysia Weber, nata Maria Aloysia Weber Antonia (Zell im Wiesental, 1760Vienna, 8 giugno 1839), è stata un soprano tedesco. È ricordata soprattutto per la sua collaborazione con il compositore Wolfgang Amadeus Mozart.

Aloysia Weber

BiografiaModifica

Aloysia Weber era una delle quattro figlie della famiglia Weber. Le sue tre sorelle erano il soprano Josepha Weber (Josepha Hofer) (1758-1819), che ha debuttato nel ruolo della Regina della Notte nel Flauto Magico Die Zauberflöte, Constanze Weber la moglie di Mozart e Sophie Weber. Era cugina del compositore Carl Maria von Weber.

Poco dopo la sua nascita, la famiglia si trasferì a Mannheim. Nel gennaio 1778 canta in tre concerti con Wolfgang Amadeus Mozart a Kirchheimbolanden per Carolina d'Orange-Nassau, in febbraio è Amalie in Der Kaufmann von Smyrna di Georg Joseph Vogler ed in marzo canta nella prima assoluta del Recitativo e Aria K 294 Alcandro, lo confesso, Non so d'onde viene di Mozart nella residenza di Christian Cannabich. Nel 1778 si trasferisce a Monaco di Baviera dove prosegue nella carriera operistica. Il suo stipendio al Teatro Corte era 1000 fiorini all'anno. L'anno successivo, si era impegnata a cantare nel Singspiel Nazionale di Vienna, un progetto dell'imperatore Giuseppe II d'Asburgo-Lorena; la famiglia si trasferì insieme a Vienna nel mese di settembre, dove il padre lavora per breve tempo come un bigliettaio, morendo improvvisamente solo un mese dopo il loro arrivo.

La Weber ha continuato nella carriera di cantante con discreto successo a Vienna nel corso dei successivi due decenni.

Il 31 ottobre 1780, ha sposato Joseph Lange, un attore presso il Teatro della Corte, che era anche un pittore dilettante (ha poi prodotto un ritratto ben noto di Mozart). È stato il secondo matrimonio di Lange, dopo che la sua prima moglie era morta nel 1779. Dato che al momento la Weber era il principale sostegno della sua famiglia, Lange ha accettato di pagare alla madre un anticipo di 900 fiorini e la somma di 700 fiorini l'anno su base continuativa.

Si è trasferita al Burgtheater nel 1782, cantando l'opera italiana. Questa posizione è durata solo otto mesi. Nel gennaio 1783 canta nella prima assoluta della Scena e Rondò K 416 Mia speranza adorata, Ah non sai qual pena sia di Mozart, in marzo il Recitativo e Aria K 294 Alcandro, lo confesso, Non so d'onde viene ed in giugno Clorinda in Il curioso indiscreto di Pasquale Anfossi con le Arie per soprano K 418 Vorrei spiegarvi, oh Dio e concertante K 419 No, no chè non sei capace di Mozart con Valentin Adamberger al Burgtheater. In seguito ha continuato a cantare, al Teatro di Porta Carinzia nonché in ruoli occasionali al Burgtheater. Nel febbraio 1786 è m.me Herz nella prima assoluta privata di Der Schauspieldirektor con Johann Gottlieb Stephanie, Adamberger e Caterina Cavalieri al Castello di Schönbrunn e nella prima pubblica al Teatro di Porta Carinzia. Nel 1789 canta nel Der Messias (Messiah) diretta da Mozart con Adamberger a Vienna, nella prima privata di Claudine von Villa Bella di Johann Friedrich Reichardt nel Castello di Charlottenburg e nella prima pubblica nel Konzerthaus Berlin di Berlino. Nel 1791 tiene un concerto a Vienna. Nel 1795, andò in tour con la sorella vedova Constanze. A partire da tale anno, ha cessato di vivere con il marito Lange.

Ha trascorso la sua vecchiaia in Salisburgo, al fine di essere vicina alle sue sorelle superstiti Constanze e Sophie, che si erano trasferite lì.

Il suo rapporto con MozartModifica

 
Mozart

È stata un interesse amoroso di Wolfgang Amadeus Mozart. Questo è avvenuto circa nel 1777, quando Mozart trascorse qualche tempo a Mannheim, dove aveva sperato (inutilmente, si è scoperto) di trovare lavoro. Mozart espresse il desiderio di sposarsi con Aloysia, anche se non è chiaro esattamente se le sue intenzioni erano serie o se è stato ricambiato.

Mozart lasciò Mannheim per diversi mesi per andare senza successo a Parigi alla ricerca di lavoro. Sulla via del ritorno a Salisburgo, passò per Monaco di Baviera, dove lavorava Aloysia. Secondo il racconto di Georg Nikolaus Nissen nella biografia di Mozart scritta in collaborazione con Constanze, che sposò Nissen dopo la morte di Mozart, Mozart e Aloysia hanno avuto un incontro piuttosto sgradevole.

Mozart stesso si trasferì a Vienna nel 1781 e nello stesso anno è stato per un certo tempo inquilino in casa Weber. Il padre Fridolin era morto nel 1779, Aloysia non aveva lasciato la sua casa, al momento del suo matrimonio e la madre Cäcilia e le rimanenti tre sorelle accoglievano ospiti per sbarcare il lunario. Mozart si innamorò della terza figlia, Constanze. Quando i due si sposarono nel 1782, Mozart divenne cognato di Aloysia. A quanto pare non ci furono rancori a lungo termine e Mozart scrisse una buona dose di musica per Aloysia.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN55034904 · ISNI (EN0000 0000 5539 1337 · CERL cnp00570667 · Europeana agent/base/153538 · LCCN (ENno95016424 · GND (DE122638212 · J9U (ENHE987007419823805171 · WorldCat Identities (ENlccn-no95016424