Apri il menu principale

Althaea officinalis

specie di pianta della famiglia Malvaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Althaea officinalis
Althaea officinalis 140807a.jpg
Althaea officinalis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Dilleniidae
Ordine Malvales
Famiglia Malvaceae
Sottofamiglia Malvoideae
Genere Althaea
Specie A. officinalis
Nomenclatura binomiale
Althaea officinalis L., 1753
Nomi comuni

Altea comune

L'altea comune (Althaea officinalis L., 1753) è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae e al genere Althaea.

Indice

MorfologiaModifica

FoglieModifica

Di questa pianta è convenevole distinguere le foglie inferiori, che sono più o meno rotonde, hanno cinque lobi e un corto picciolo, dalle superiori, che sono triangolari e con tre lobi. Il margine è irregolarmente dentato, la base cuneiforme, l'apice appuntito. Il lembo è di colore verde-biancastro, per la presenza di numerosi peli; è morbido e talvolta arricciato a ventaglio.

FioriModifica

I fiori dell'Althaea officinalis sono caratterizzati da una corolla regolare, formata da cinque petali a forma di cuore, larga 2–3 cm, inserita, solitaria o in compagnia, all'ascella delle foglie superiori. Il colore è delicato, variabile dal rosa malva al rosso porpora. Il calice consta di cinque sepali, ed è rinforzato da un calicetto di piccole foglie lineari. Gli stami sono numerosi e uniti, per i filamenti, in un solo fascio cilindrico.

FruttiModifica

I frutti constano di una serie di acheni appiattiti, a forma di disco, disposti l'uno vicino all'altro, simili a una pila di monete.

Distribuzione e HabitatModifica

Diffusa in gran parte dell'Europa, l'Altea comune cresce in luoghi umidi, lungo i fossi, i canali, gli argini, attorno alle case di campagna.

UsiModifica

È utilizzata anche come pianta ornamentale in giardini e orti. Dalla radice si estraeva il succo che era l'ingrediente principale dei marshmallow. L'altea è un'erba medicinale e un'erba officinale.

Le radici, per le loro proprietà lenitive, venivano date da masticare ai lattanti nel periodo della dentizione.

Proprietà terapeuticheModifica

 
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'elevato contenuto di mucillagini conferisce alla pianta proprietà emollienti, lassative e calmanti[1]. Si può usare per curare i catarri bronchiali e la tosse, decongestionare l'intestino, e come cosmetico per le pelli arrossate e le foruncolosi. Si possono preparare gargarismi per le infiammazioni boccali e contro la raucedine. C'è chi afferma che sia utile anche per i disturbi renali, contro i bruciori urinari e vescicali.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica