Apri il menu principale
Amedeo Degli Esposti
Amedeo Degli Esposti.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1949
Carriera
Squadre di club1
1937 non conosciuta Piove 3 (4+)
1937-1940 Padova 60 (26)
1940-1942 Milano 25 (6)
1942-1943 Venezia 9 (4)
1943-1946 Treviso 28 (7)
1946-1947 Cremonese 16 (3)
1947-1948 Prato 29 (11)[1]
1948-1949 Padova 6 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Amedeo Degli Esposti (Bologna, 19 dicembre 19162007) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Indice

CarrieraModifica

Arrivato a Padova nel 1937 come militare, comincia la sua carriera da calciatore per caso, grazie a un signore proveniente da Piove di Sacco che cercava dei calciatori per la squadra del Piove. Debutta a San Martino di Lupari segnando tutti e quattro i gol che sancirono la vittoria della squadra.

Dopo aver assistito ad una partita del Padova decise di fare un provino con i biancoscudati. Nella partita di prova è schierato come centravanti nella squadra riserve, segnando due gol; nel secondo tempo passa invece con i titolari segnando altri due gol. Ottiene così un contratto con il Padova venendo schierato la domenica successiva nella partita contro il Brescia finita 0-0.

Dopo tre stagioni in Veneto viene ceduto al Milan assieme a Gino Cappello per 180.000 lire.

Nell'agosto 1940 si infortuna ad un ginocchio, e l'incidente condizionerà le sue prestazioni per tutto il periodo milanista. Viene quindi ceduto al Venezia, ritrovando il suo ex-compagno di squadra al Padova Walter Petron. Nelle stagioni 1943-46 gioca col Treviso. La stagione 1946-47 la gioca a Cremona.[2]

Dopo il conflitto torna a giocare al Prato in Serie B, mentre la stagione successiva torna al Padova, dove nel 1949 chiude la carriera.

È stato convocato anche per una partita della Nazionale da Vittorio Pozzo a Firenze; durante un allenamento si infortunò ad una gamba.

Negli anni '50 visse a lungo in Venezuela, aprendo una libreria a Caracas. Poi fece ritorno in Italia rimanendo a vivere a Legnaro (PD).

NoteModifica

  1. ^ Almanacco illustrato del Calcio, ediz. 1947-1948
  2. ^ U. S. Cremonese, oltre cento anni di storia. Di Everet e Fontanelli, GEO Edizioni, 2005, pagine 164-168.

BibliografiaModifica

  • Almanacco illustrato del calcio 2004, ed. Panini, pagg. 459-461.

Collegamenti esterniModifica