Amparo Dávila

scrittrice e poetessa messicana (1928-2020)

Amparo Dávila (Pinos, 28 febbraio 1928Città del Messico, 18 aprile 2020) è stata una scrittrice e poetessa messicana.

Amparo Dávila nel 2016

BiografiaModifica

Amparo Dávila nasce a Pinos il 28 febbraio 1928[1].

Dopo gli studi presso un collegio religioso a San Luis Potosí, nel 1950 pubblica la sua prima raccolta di liriche, Salmos bajo la luna e, trasferitasi a Città del Messico per gli studi universitari, conosce lo scrittore Alfonso Reyes e ne diviene la segretaria personale[2].

Autrice molto apprezzata di racconti del fantastico e dell'orrore[3], nel 1977 viene insignita del prestigioso Premio Xavier Villaurrutia[4].

Muore a Città del Messico il 18 aprile 2020 all'età di 92 anni[5].

Opere principaliModifica

Raccolte di raccontiModifica

  • Tiempo destrozado (1959)
  • Música concreta (1964)
  • Árboles petrificados (1977)
  • Muerte en el bosque (1985)
  • Cuentos reunidos (2009)

PoesieModifica

  • Salmos bajo la luna (1950)
  • Meditaciones a la orilla del sueño (1954)
  • Perfil de soledades (1954)
  • Poesía reunida (2011)

Traduzioni in italianoModifica

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (ES) Pagina dedicata alla scrittrice, su elem.mx. URL consultato il 27 settembre 2020.
  2. ^ (ES) Biografia, bibliografia e premi vinti, su escritores.org. URL consultato il 27 settembre 2020.
  3. ^ (EN) Pagina dedicata all'autrice, su buscabiografias.com. URL consultato il 27 settembre 2020.
  4. ^ (ES) Sito del premio con albo d'oro, su literatura.inba.gob.mx. URL consultato il 27 settembre 2020.
  5. ^ (ES) Muere la escritora mexicana Amparo Dávila, maestra del cuento, su abc.es, 19 aprile 2020. URL consultato il 27 settembre 2020.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN44341046 · ISNI (EN0000 0000 7831 1766 · LCCN (ENn86070449 · GND (DE1122693427 · BNE (ESXX1564802 (data) · BNF (FRcb12176334n (data) · J9U (ENHE987007322387305171 · WorldCat Identities (ENlccn-n86070449