Archivio Bellavitis

L'archivio Bellavitis è conservato nelle strutture dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, presso palazzo Loredan.

Archivio Bellavitis
Giusto Bellavitis2.jpg
Giusto Bellavitis
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto
CittàVenezia
IndirizzoSan Marco, 2945 30124 Venezia
Dati generali
Nome istituzioneIstituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
Tipologia giuridica conservatoreprivato
Tipologia funzionaleArchivio storico
Sito web ufficiale

Storia archivisticaModifica

Tra il 1991 e il 2001 gli eredi di Giusto Bellavitis donarono le sue carte all'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, di cui era stato presidente in vita.

La prima donazione avvenne nel 1991 da parte di Claudio Bellavitis. Nel 2001 il conte Paolo Bellavitis donò la sua parte di archivio conservata a Sacile.

I documentiModifica

L'archivio è formato da materiale vario come:

  • lettere (più di 800); sono distribuite in tre tipi di fascicoli secondo l'ordine progettato da Bellavitis stesso, il primo tipo porta il nome del corrispondente e la sua residenza, il secondo oltre al nome porta il numero di lettere spedite e di quelle ricevute con le relative date ed infine il terzo tipo è ordinato cronologicamente.
  • manoscritti contenenti gli appunti per le lezioni da lui svolte all'Università di Padova;
  • scritti sull'istruzione pubblica;
  • materiale autografo di opere successivamente edite
  • una grande quantità di opuscoli e opere inviategli da colleghi
  • copie della rivista «Rivista di giornali» di cui era recensore.
  • grossi volumi autografe contenenti commenti su opere altrui.

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Canepa, Le carte di Bellavitis, in Le scienze matematiche nel Veneto dell'Ottocento. Atti del Terzo Seminario di Storia delle Scienze e delle Tecniche nell'Ottocento Veneto, Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, Venezia 1994.
  • A. Belcastro, G. Canepa, G. Fenaroli e M. Modonesi, Alcuni manoscritti relativi all'insegnamento del calcolo delle probabilità presenti nelle carte di Giusto Bellavitis (1803-1880), «Atti. Classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali», CLXI (2002-2003), p. 331-370.

Voci correlateModifica