Apri il menu principale

Argo (re di Argo)

re ed eponimo di Argo nella mitologia greca, figlio di Zeus

Nella mitologia greca, Argo (Ἄργος, Argos) è stato un re di Foronea, città da lui in seguito rinominata come Argo. Figlio di Zeus e Niobe, figlio di Foroneo e probabilmente fratello di Pelasgo.[1] Argo è succeduto al suo zio materno.[2] Una nota su Omero considera Argo come figlio e successore di Apis.[3]

Argo si sposò con la figlia di Strimone e Neera, o con l'oceanina Peito ed ebbe sei figli: Criaso, Ecbaso, Iaso, Peiranto (o Peiras, Peiraso, Peiren), Epidauro e Tirinto.[4] In accordo con Pausania, Forbante fu anche figlio di Argo mentre il resto delle fonti lo considera figlio di Criaso, quindi nipote di Argo.

La tomba di Argo poteva ancora essere visitata al tempo di Pausania, il quale fa anche menzione a un bosco consacrato ad Argo in Laconia, dove alcuni argivi si rifugiarono dopo essere stati vinti da Cleomene I, e dove perirono abbracciati.[5][6]

NoteModifica

  1. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca mitologica 2.1.1
  2. ^ Pausania, Periegesi della Grecia, 2. 16. 1
  3. ^ Studi sullIliade, 1. 115
  4. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca mitologica, 2. 1. 2; Gaio Giulio Igino, Fabulae, 145; Pausania, Periegesi della Grecia, 2. 25. 8 (su Tirinto); studi sopra Euripide, Le fenicie, 1116, su Oreste, 932
  5. ^ Pausania, Periegesi della Grecia, 2. 22. 5
  6. ^ Pausania, Periegesi della Grecia, 3. 4. 1.

BibliografiaModifica

  • Pseudo-Apollodoro, Apollodorus, The Library, with an English Translation by Sir James George Frazer, F.B.A., F.R.S. in 2 Volumes. Cambridge, MA, Harvard University Press; London, William Heinemann Ltd. 1921.
  • West, M.L. (1985), The Hesiodic Cataloghi of Women: Its Nature, Structure, and Origins, Oxford, ISBN M.L. West, The Hesiodic Catalogue of Women: Its Nature, Structure, and Origins, Oxford, 1985, ISBN 0-19-814034-7. .
  Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia