Apri il menu principale
Argo Finanziaria S.p.A.
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1990
Sede principaleRoma
GruppoGruppo Gavio
SettoreHolding
Fatturato2,173 mld [1] (2014)
Sito web

Argo Finanziaria S.p.A. è una holding che fa parte del Gruppo Gavio, a sua volta controllata dagli eredi di Marcellino Gavio.

Fa parte dello stesso gruppo anche Aurelia S.p.A., che è attiva nel settore dei trasporti e della logistica con numerose società, detenendo inoltre una partecipazione del 3,5% nel Gruppo Ferrovie Nord Milano.

Il Gruppo Gavio che attraverso Argo Finanziaria e Aurelia, di cui è l'unico socio, controlla la sub-holding ASTM S.p.A. che è a sua volta socio di riferimento della SIAS S.p.A. (Società Iniziative Autostradali e Servizi), è il quarto operatore autostradale al mondo con 3.320 km di rete in concessione: 1.460 km in Italia dove è il secondo gestore, solo dopo Autostrade per l'Italia e 1.860 km in Brasile con EcoRodovias, controllata attraverso IGLI S.p.A..

Gruppo GavioModifica

Il Gruppo Gavio è tra i principali gruppi industriali italiani. Le attività del gruppo includono la gestione di reti autostradali in concessione, la realizzazione di grandi opere infrastrutturali, il settore dei trasporti e della logistica, la gestione in concessione di parcheggi pubblici urbani, il settore della tecnologia e della nautica.

Punti di forzaModifica

  • Nel 2016 con 10 mila dipendenti ha raggiunto 2,6 miliardi di euro di ricavi aggregati.
  • È player internazionale nel settore delle grandi opere infrastrutturali e nello sviluppo di progetti di concessioni Greenfield.
  • È il quarto operatore autostradale al mondo con un totale di 3.320 km di rete in concessione, di cui 1.460 in Italia e 1.860 in Brasile.
  • È tra i principali operatori nei trasporti e nella logistica integrata.
  • Controlla tre dei marchi più importanti della nautica internazionale.

Il gruppoModifica

Ecco le principali società controllate tramite le holding Aurelia ed Argo Finanziaria:

 Lo stesso argomento in dettaglio: ASTM.
  • ASTM
    • Holding nei settori della progettazione, costruzione e gestione di reti infrastrutturali.
 Lo stesso argomento in dettaglio: SIAS.
  • Concessioni autostradali
    • attraverso la controllata SIAS S.p.A. che coordina 10 società concessionarie autostradali italiane ed
    • EcoRodovias in Brasile (tramite la controllata IGLI S.p.A.)
  • Costruzioni
  • Ingegneria
    • Sina
    • Sineco
  • Trasporti e logistica
    • Gavio
    • Autosped G
    • Terminal San Giorgio
    • G&A,
    • Gavio & Torti
    • Autoservice 24
    • Tomato Farm
    • Transpe
    • TRA.N.SIDER
    • ASG SCARL
    • Valsecchi
    • Gale Trasporti
    • Bio
    • Terminal Frutta Trieste
    • Cargo Clay Logistics
    • Logika
  • Tecnologia
    • Sinelec
    • Euroimpianti Electronic
  • Nautica
    • Baglietto
    • Bertram Yacht
    • CCN - Cerri Cantieri Navali
  • Brokeraggio assicurativo
    • PCA

Precedenti partecipateModifica

La Argo Finanziaria oltre al settore autostradale, opera nel campo delle infrastrutture attraverso la A.C.I. Argo Costruzioni Infrastrutture S.c.p.A. la quale raggruppa numerose imprese di costruzioni tra le quali la Itinera S.p.A. (che si è fusa con la Grassetto), la Codelfa spa, la Sea spa, la Interstrade spa, segnaletica stradale srl ed altre partecipazioni.

Nel corso del 2007 la Argo Finanziaria è entrata nell'azionariato del consorzio IGLI S.p.A., insieme all'Immobiliare Lombarda S.p.A.(Gruppo UnipolSai) e ad Autostrade per l'Italia con quote paritetiche del 33,3%. Igli Spa allora controllava l'ex Impregilo S.p.A., colosso italiano delle costruzioni e delle infrastrutture in precedenza controllato dalla finanziaria Gemina S.p.A..

Argo detiene inoltre partecipazioni in Milano Logistica S.p.A.(50%).

A seguito del salvataggio del gruppo Alitalia, la Argo Finanziaria ha acquistato attraverso la Finanziaria di Partecipazioni e Investimenti S.p.A. una quota pari al 2,4% di CAI S.p.A Compagnia Aerea Italiana. La Cai è la nuova società guidata e partecipata da Roberto Colaninno (attraverso la Immsi S.p.A. con il 11,8%) e un'altra ventina di imprenditori italiani allo scopo di rilevare le attività di Alitalia ed AirOne S.p.A. per il suo rilancio.

NoteModifica

  1. ^ la Repubblica

Collegamenti esterniModifica