ASTM

Holding
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando American Society for Testing and Materials International, vedi ASTM International.
ASTM
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriBorsa Italiana: AT
Fondazione1928
Fondata daGiovanni Agnelli
Sede principaleTorino
GruppoNuova Argo Finanziaria S.p.A.
ControllateITINERA S.p.A., Euroimpianti S.p.A., SINELEC S.p.A., SINA S.p.A., SATAP - Società Autostrada Torino-Alessandria-Piacenza S.p.A., SALT - Società Autostrada Ligure Toscana S.p.A., Autostrada dei Fiori S.p.A., Società di Progetto Autovia Padana S.p.A., Autostrada Asti-Cuneo S.p.A., ATIVA - Autostrada Torino Valle d'Aosta S.p.A., SITAF S.p.A., SITRASB S.p.A., Tangenziale Esterna S.p.A., S.A.V. - Società Autostrade Valdostane S.p.A., Gruppo Ecorodovias
Persone chiave
SettoreHolding
Prodotti
  • Autostrade
  • Costruzioni
  • Ingegneria
  • Tecnologia
Fatturato2.070.600.000 di euro[1] (2019)
Utile netto170,4 milioni di euro[1] (2019)
Dipendenti12.000 circa[2] (2019)
Slogan«Ready to face all new challenges»
Sito webwww.astm.it/

ASTM S.p.A. è un Gruppo industriale attivo nella gestione di reti autostradali in concessione, nella progettazione e realizzazione di grandi opere infrastrutturali (EPC) e nella tecnologia. Il Gruppo è il secondo operatore autostradale al mondo[3] con circa 4.600 km di rete in gestione in Italia, Brasile (attraverso la società EcoRodovias) e UK. Nell’EPC, ASTM opera attraverso SINA, realtà di ingegneria del Gruppo, e ITINERA, attiva nella realizzazione di infrastrutture e progetti di edilizia civile-industriale. Nella tecnologia, ASTM è presente attraverso SINELEC (infomobilità, esazione pedaggi). Quotata alla Borsa Italiana, ASTM è sottoposta a direzione e coordinamento di Nuova Argo Finanziaria, costituita da Aurelia-Famiglia Gavio (60%) e Ardian (40%).

StoriaModifica

La società, in origine denominata S.A. Autostrada Torino-Milano, venne costituita il 28 novembre 1928 con lo scopo di costruire una autostrada che collegasse le città di Torino e Milano, fortemente voluta dal Senatore Giovanni Agnelli. La stipula della Convenzione Ministeriale, che ne autorizza la costruzione e l'esercizio, avviene nel 1929. L'autostrada è completata trenta mesi dopo e inaugurata il 25 ottobre 1932. Oggi la Torino-Milano, in concessione alla controllata SATAP S.p.A., costituisce il primo tratto ad ovest dell'Autostrada A4. Nel 1969 ASTM viene ammessa alla quotazione alla Borsa di Torino e nel 1970 alla Borsa di Milano, oggi gestita dalla Borsa Italiana.

Il periodo 2002-2007 rappresenta per ASTM una fase di profonda riorganizzazione conclusasi con la concentrazione nel Gruppo SIAS di tutte le partecipazioni detenute nel settore delle concessionarie autostradali. La società assume la denominazione di ASTM S.p.A. nel 2013, anno che segna il rafforzamento della propria posizione competitiva nel mercato interno e internazionale, in linea con i principali operatori del settore in ambito europeo.

Il 4 maggio 2016 la controllata IGLI S.p.A. (anche da SIAS) perfeziona con la brasiliana CR Almeida S.A. Engenharia e Costruçoes il closing[4] finalizzato all'acquisizione della newco[5] di diritto brasiliano e Primav Infraestrutura S.A. in cui è stato conferito il 64% del capitale di EcoRodovias Infraestrutura e Logistica S.A. e il 55% del capitale di Concesionaria Monotrilho Linha 18 - Bronze S.A., società attiva nel settore della mobilità urbana. Il closing è stato realizzato una volta ottenute le autorizzazioni delle istituzioni politiche e finanziarie di Primav e di EcoRodovias. L'operazione è stata perfezionata attraverso la sottoscrizione di un aumento di capitale di Primav Infraestrutura S.A. riservato ad ASTM per un importo di 2.104 milioni di BRL (circa 476 milioni di euro). ASTM ha acquisito una quota del 64,1% del capitale sociale di Primav, mentre il restante 35,9% resta a CR Almeida. EcoRodovias gestisce in Brasile circa 1.860 km di rete autostradale e detiene partecipazioni di controllo in società operanti nei settori della logistica e dei porti.

Con quest'acquisiszione indiretta ASTM rafforza il suo ruolo di operatore mondiale nella gestione di autostrade a pedaggio; al contempo concorre sia al piano di sviluppo infrastrutturale, promosso dal governo brasiliano nel settore autostradale, sia all'acquisizione di nuovi progetti nel settore delle costruzioni e delle concessioni in tutta l'America Latina. Infatti, il Brasile resta una potenza economica con oltre 200 milioni di abitanti[6] e grandi piani di investimenti pubblico-privati, in tutte le infrastrutture di interesse di EcoRodovias[7][3].

Il 31 dicembre 2019 ha incorporato per fusione la controllata SIAS S.p.A. con un concambio di 0,55 azioni ASTM per ogni azione SIAS.

Settori di attivitàModifica

Le attività principali e le società controllate, che fino al 31 dicembre 2019 erano dell'ex controllata SIAS, sono:

  • concessionarie autostradali italiane;
  • autostrada brasiliana EcoRodovias in Brasile, tramite IGLI S.p.A.;
  • costruzioni, attraverso la controllata Itinera S.p.A., per la realizzazione di grandi opere infrastrutturali, di edilizia civile e industriale;
  • ingegneria, attraverso la controllata SINA S.p.A. Questo settore comprende un ampio spettro di attività che va dallo studio, progettazione, direzione lavori per opere ferroviarie e autostradali fino ai sistemi di indagine diagnostica, manutenzione delle pavimentazioni stradali/aeroportuali e al controllo dei materiali impiegati.

Concessionarie autostradaliModifica

Società controllate e complesso della rete autostradale gestito in Italia[8]:

Servizi tecnologiciModifica

  • SINELEC
  • ed Euroimpianti S.p.A.
    • operano nel settore della tecnologia e dell’informatica applicata ai trasporti per il pagamento del pedaggio.

AzionariatoModifica

L'azionariato comunicato alla Consob è il seguente:[9][10]

  • Nuova Argo Finanziaria 43,02%
    • Nuova Codelfa S.p.A. 1,39%
  • Flottante 34,87%
  • Azioni proprie 7,65%
  • Aurelia S.r.l. 6,34%
  • Lazard Asset Management LLC 5,49%
  • Norges Bank 2,63%

Società controllateModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Bilancio di esercizio 2019, p 7, 13, 35, su borsaitaliana.it.
  2. ^ Bilancio di sostenibilità 2019, p 14, 138, su borsaitaliana.it.
  3. ^ a b Laura Galvagni, Autostrade, gruppo Gavio secondo al mondo dopo Atlantia Albertis, in Il Sole 24 Ore, 27 settembre 2019.
  4. ^ Closing, Istituto della Enciclopedia Treccani.
  5. ^ Newco, Il Sole 24 Ore.
  6. ^ Istituto Brasileiro de Geografia e Estatística, su ibge.gov.br.
  7. ^ Manuel Costa, Gavio perfeziona l'acquisto di Ecorodovias, in Milano Finanza, 6 maggio 2016.
  8. ^ ASTM, Relazione Finanziaria Semestrale, 30 giugno 2020, su borsaitaliana.it.
  9. ^ Le percentuali di azionariato derivano da quanto comunicato dagli azionisti, secondo quanto previsto dall'articolo 120 del TUF. Parti minori dell'azionariato possono essere indicate direttamente dalla società attraverso altre fonti.
  10. ^ Company profile, su borsaitaliana.it.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica