Aspron trachy

Alessio I
Alexius I aspron trachys BI 133295.jpg
Cristo in trono di fronte Alessio stante di fronte, con labaro e globo crucigero
BI 4,25 g
Alessio III
Alexius III EL aspron trachy 592316.jpg
+ KE HΘEI Cristo in trono di fronte, IC XC[1] alle spalle [ALEZIΩ ÐECP TΩ KΩCTANTI], Alessio e Costantino stanti di fronte, con labaro tra loro, ognono con scettro cruciforme
elettro - 4,97 g

Aspron trachy – dal greco άσπρον, aspron ("bianco"), e τραχύς, trachys ("irregolare", "non liscio"), plurale Aspra trachea – è il nome di due monete emesse dall'imperatore Alessio I Comneno (1081-1118):

  • la prima moneta fu introdotta da Alessio con il valore di 1/3 di hyperpyron, ed era uno scifato in elettro, una lega di oro ed argento;
  • l'altra moneta era uno scifato di biglione emesso per la prima volta dallo stesso imperatore per un valore di 1/48 di hyperpyron.

Entrambe le monete furono coniate fino a Alessio III Angelo (1195-1203). La coniazione riprese sotto Teodoro I Lascaris (1206-1222) con il nome di trachy e terminò sotto Michele VIII Paleologo (1261-1282).

NoteModifica

  1. ^ ΙΗCOYC XPICTOC (Iesoùs Christòs): Gesù Cristo in greco

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica