Azur Air

compagnia aerea russa
Azur Air
Logo
Azur Air Boeing 757-200 on finals into Antalya.jpg
StatoRussia Russia
Fondazione
  • 1992 (come Katekavia)
  • 2014 (come Azur Air)
Sede principaleMosca
GruppoAnex Tour
Persone chiaveAlexander Zosymov (direttore)
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Sito webwww.azurair.com/
Compagnia aerea charter
Codice IATAZF
Codice ICAOAZV
Indicativo di chiamataAZUR AIR
Primo volo17 dicembre 2014
HubMosca
Flotta32 (nel 2021)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Azur Air (in russo: Азур Эйр), precedentemente Katekavia e stilizzata come azurair, è una compagnia aerea charter ed ex compagnia aerea regionale russa.[1]

StoriaModifica

KatekaviaModifica

La compagnia venne fondata nel 1992 come Katekavia e iniziò le operazioni nel 1995, operando voli regionali dall'aeroporto di Krasnoyarsk Cheremshanka e dall'aeroporto di Krasnoyarsk-Yemelyanovo. La compagnia aerea operava anche servizi charter in Siberia e Yakutia. Ha trasportato circa 122.000 passeggeri nel 2009 e nel 2010 ha iniziato ad acquistare aerei più grandi, principalmente il Tupolev Tu-134. Al 3 aprile 2014, aveva tre Tupolev Tu-134.[2]

Nell'aprile 2014, la compagnia ha iniziato i voli di linea tra il più grande aeroporto di Krasnoyarsk-Yemelyanovo e altre città della Siberia: Surgut e Tomsk. La compagnia ha ricevuto l'attenzione dei media internazionali e dei social media nel 2014, quando è emerso un video di passeggeri su un volo di linea da Igarka a Krasnoyarsk che sbarcavano prima della partenza per spingere il loro aereo a temperature di meno 52 gradi Celsius dopo che il suo telaio si era congelato.[3]

Azur AirModifica

Nel 2015, Katekavia è stata ribattezzata Azur Air.[4] Nel dicembre 2015, è stato confermato che l'ex proprietario di UTair Aviation aveva venduto Azur Air alla società turistica turca Anex Tourism Group che aveva acquistato anche Azur Air Ukraine, l'ex UTair-Ukraine, poche settimane prima.[5]

Nel febbraio 2018, l'autorità aeronautica russa RosAviatsiya ha annunciato che Azur Air avrebbe dovuto affrontare una sospensione della sua licenza operativa entro il 20 marzo 2018 se il vettore non avesse risolto le presunte violazioni della sicurezza entro tale data. Poiché ciò avrebbe portato alla chiusura di tutte le operazioni di volo, l'agenzia turistica russa RosTourism ha consigliato ai tour operator di non vendere biglietti su Azur Air per quel momento.[6] Tutte le restrizioni di RosAviatsiya e RosTourism sono state revocate il 20 marzo 2018 a seguito dei controlli sui dettagli tecnici e documentali.

FlottaModifica

Flotta attualeModifica

A gennaio 2021 la flotta di Azur Air è così composta[7]:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
J Y Totale
Boeing 737-800 4 189 189
Boeing 737-900ER 2 215 215
Boeing 757-200 9 238 238
Boeing 767-300ER 11 1 336 336
1 cargo
Boeing 777-300ER 5 1 42 386 428
7 524 531
Totale 32 2

Flotta storicaModifica

Azur Air operava in precedenza con i seguenti aeromobili:

IncidentiModifica

 
L'incidente dell'An-24 (RA-46524) a Igarka.
  • Il 3 luglio 2010, il volo Katekavia 9357, un Antonov An-24, si schiantò durante l'avvicinamento nella nebbia nelle prime ore del mattino, provocando la morte di dodici delle quindici persone a bordo. L'indagine sull'incidente concluse che l'equipaggio aveva tentato un avvicinamento in condizioni di visibilità peggiori dei minimi approvati per quell'aerodromo e aeromobile, e non riuscì a eseguire una procedura di mancato avvicinamento in modo tempestivo prima che l'aereo colpisse alberi e terreno.[8]

NoteModifica

  1. ^ (RU) AZUR air | О компании, su AZUR air. URL consultato il 12 febbraio 2021.
  2. ^ (RU) ✈ russianplanes.net ✈ наша авиация, su russianplanes.net. URL consultato il 12 febbraio 2021.
  3. ^ (EN) Passengers forced to push their frozen plane in Siberia, su SBS News. URL consultato il 12 febbraio 2021.
  4. ^ (RU) Авиакомпания "Турухан" завершила формирование самолетного парка, su Авиатранспортное обозрение, 12 febbraio 2015. URL consultato il 12 febbraio 2021.
  5. ^ (EN) Russia's UTair Group offloads Azur Air unit to Turkey's ATG, su ch-aviation. URL consultato il 12 febbraio 2021.
  6. ^ (EN) Russia's tourism body warns against selling Azur Air tickets, su ch-aviation. URL consultato il 12 febbraio 2021.
  7. ^ (EN) Azur Air Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  8. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Antonov An-24RV RA-46524 Igarka Airport (IAA), su aviation-safety.net. URL consultato il 12 febbraio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN4144648146953480844 · WorldCat Identities (ENviaf-4144648146953480844