Bagdad (Australia)

Bagdad
città
Localizzazione
StatoAustralia Australia
Stato federatoFlag of Tasmania.svg Tasmania
Local government areaMunicipalità di Southern Midlands
Territorio
Coordinate42°37′S 147°13′E / 42.616667°S 147.216667°E-42.616667; 147.216667 (Bagdad)Coordinate: 42°37′S 147°13′E / 42.616667°S 147.216667°E-42.616667; 147.216667 (Bagdad)
Altitudine122 m s.l.m.
Abitanti996[1]
Altre informazioni
Cod. postale7030
Fuso orarioUTC+8
Cartografia
Mappa di localizzazione: Australia
Bagdad
Bagdad

Bagdad è una piccola città australiana, situata nello Stato della Tasmania, il cui territorio fa parte della municipalità di Southern Midlands. Il paese dista 37 km da Hobart.

StoriaModifica

La città fu chiamata così dall'esploratore Hugo Germain, un soldato dei Royal Marines, che usò come fonte di ispirazione le Mille e una notte quando diede dei nomi ai luoghi che visitò.

Bagdad fu un importante area di sosta e di cambio dei cavalli. L'ufficio postale di Bagdad fu aperto il 1º dicembre 1878[2]. Una ferrovia collegò Bagdag con Hobart dal 1891 al 1947[3].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Nel 2006 l'Ente australiano delle statistiche censì 996 persone a Bagdad; di queste, il 51,7% erano uomini e il 48,3% donne. La maggioranza dei residenzi (86,9%) era nata in Australia, mentre il 2,6% veniva dall'Inghilterra. La distribuzione delle età era simile a quella media dell'Australia: il 62,8% dei residenti aveva più di venticinque anni (media nazionale del 66,5%) e il 37,2% aveva meno di venticinque anni (media nazionale del 33,5%).

ScuoleModifica

La scuola elementare di Bagdad fu istituita il 14 gennaio 1867 con un totale di ventidue alunni.

Un incendio distrusse le tre aule della scuola il 26 gennaio 1954, costringendo gli alunni ad andare temporaneamente a lezione in municipio. La casa originale del preside viene usata oggi come aula per i bambini dell'asilo.

Infrastrutture e trasportiModifica

Bagdag si trova sulla Midland Highway, che collega Hobart e Launceston.

NoteModifica

  1. ^ Dati censimento australiano del 2006
  2. ^ Uffici postali australiani
  3. ^ A Short History of the Apsley Branch Line, Stokes, H.J.W. Bollettino delle ferrovie storiche australiane, luglio 1971 pp 152-160

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN125506653 · LCCN (ENn82018972
  Portale Australia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Australia