Baia della Dvina

Baia della Dvina
Река Солза в месте впадения в Двинское устье Белого моря.jpg
La foce del fiume Solza che si getta nella baia della Dvina.
Parte di Mar Bianco
Stato Russia Russia
Circondario federale Nordoccidentale
Soggetto federale Oblast' di Arcangelo
Rajon Primorskij
Coordinate 65°03′N 39°00′E / 65.05°N 39°E65.05; 39Coordinate: 65°03′N 39°00′E / 65.05°N 39°E65.05; 39
Dimensioni
Lunghezza 130 km
Larghezza 93 km
Profondità massima 120 m
Idrografia
Immissari principali Dvina settentrionale, Jaren'ga, Mud'juga, Nënoksa, Solza, Sjuz'ma, Bol'šaja Režma
Isole Jagry, Kumbyš, Ljasomin, Mud'jugskij
Insenature baia Unskaja
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Baia della Dvina
Baia della Dvina
White Sea map.png
Il Mar Bianco e le sue insenature.

La baia della Dvina, o golfo della Dvina (in russo: Двинская губа, Dvinskaja guba?) è una insenatura della costa artica della Russia europea; è una delle grandi baie nelle quali si articola la costa del mar Bianco. È separata dalla baia dell'Onega dall'omonima penisola.

Di forma grossolanamente rettangolare, leggermente aperta verso l'esterno, la baia ha una lunghezza di 130 chilometri e una larghezza media di 93; poco profonda, raggiunge una profondità massima di 120 metri nella sezione nordoccidentale.[1]

Vi sfocia la Dvina settentrionale, fiume dal quale l'insenatura ha preso il nome; nella zona di foce, a breve distanza dalla costa, sorgono le importanti città di Arcangelo e Severodvinsk.

NoteModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN315135718 · GND (DE4758150-5