Banca di Credito Popolare

istituto di credito italiano

La Banca di Credito Popolare S.C.p.A.[1] è un istituto di credito popolare, nato il 19 aprile 1888 a Torre del Greco. È una società cooperativa per azioni, con oltre 5.000 soci, 538 dipendenti, 90.000 clienti e 66 filiali distribuite in Campania e nel basso Lazio.

Banca di Credito Popolare
StatoItalia Italia
Forma societariaBanca popolare
Fondazione1888 a Torre del Greco
Sede principaleTorre del Greco
GruppoGruppo Bancario Banca di Credito Popolare
Persone chiave
SettoreBancario
Prodottiservizi bancari
Utile netto7,706 milioni di (2013)
Dipendenti619 (2013)
Sito webwww.bcp.it

StoriaModifica

Nata a Torre del Greco con il nome di Società Anonima Cooperativa di Credito Popolare, l'11 aprile 1948, la ragione sociale venne modificata in "Banca di Credito Popolare" come Società Cooperativa a Responsabilità Limitata.

L'8 ottobre 1968 si fuse con la Banca Popolare Cooperativa del Matese e la ragione sociale venne modificata con l'attuale Banca di Credito Popolare. La crescita dimensionale è stata perseguita attraverso l'ampliamento della rete di sportelli e l'incorporazione finora di quattro aziende di credito: la Popolare di Secondigliano, il Credito Cooperativo di Nusco, la Banca di Credito Cooperativo del Partenio, il Credito Cooperativo di Cervino e Durazzano. Dal 1º maggio 2005 l'istituto di credito è una Società Cooperativa per Azioni.

La sede di Torre del GrecoModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Palazzo Vallelonga.

Palazzo VallelongaModifica

Distrutto dal'eruzione del 1794, il palazzo fu costruito dalla famiglia Castiglione-Morelli, marchesi di Vallelonga alla fine del 1690 e acquistato nel 1982 dalla Banca di Credito Popolare che avviò una costosa e complessa opera di restauro. Il progetto di restauro ha seguito programma di conservazione: Il restauro ha rispettato gli impalcati preesistenti, lo schema planimetrico delle strutture murarie portanti, consolidando quelle presenti e ricostruendo quelle crollate, rispettando i volumi che caratterizzano l'edificio.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN158082156 · LCCN (ENno2002097913 · WorldCat Identities (ENlccn-no2002097913
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aziende