Apri il menu principale
Barbazzano
StatoItalia Italia
RegioneCampania Campania
ProvinciaSalerno Salerno
CittàPagani-Stemma.png Pagani
Codice postale84016

Barbazzano è un popoloso rione della città di Pagani.

Indice

StoriaModifica

Il toponimo Barbatianu è citato nei documenti del Codice Diplomatico Cavese a partire dall'VIII secolo[1].

Durante il medioevo e parte del rinascimento costituì un'università autonoma della città di Nocera dei Pagani. Tale università esisteva già nei primi anni del ‘300 quando sono documentati dei contrasti sulla ripartizione delle tasse tra le classi di cittadini più popolari e le famiglie dominanti (soprattutto i De Marinis e i Rapicano).

A causa delle crescenti difficoltà finanziarie, che derivavano dalla scarsa popolazione, nel 1625 l'Università di Barbazzano fu costretta ad unificarsi a malincuore con quella di Pagani, ma i suoi cittadini si sentirono sempre un corpo estraneo ai loro vicini e successivamente ottennero una nuova divisione, che si protrasse fino al 1806, quando le Università furono abolite e il territorio fu diviso in cinque comuni autonomi. Da allora Barbazzano fa parte stabilmente del comune di Pagani.

La chiesa di San SistoModifica

L'antica chiesa di San Sisto sarebbe già testimoniata nell'VIII secolo, sorta, sempre secondo una non meglio precisata tradizione popolare, in luogo della chiesa di Santa Maria ad Martyres lì dove avrebbero trovato la morte i fratelli martiri nucerini Felice e Costanza (poi traslati nella chiesa del Corpo di Cristo a Pagani).

NoteModifica

  1. ^ Tuttavia, secondo qualche storico locale, deriverebbe il nome dal console romano Cornelio Scipione Barbato.

BibliografiaModifica

  • Orlando Gennaro, Storia di Nocera de' Pagani, Napoli, 1884-87 (nº 3 volumi)
  Portale Agro nocerino-sarnese: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Agro nocerino-sarnese