Apri il menu principale

Bartolomeo da Cogorno

cardinale italiano
Bartolomeo da Cogorno, O.Min.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Fabrizio, alfonso e francesco boschi, personalità francescane, 1642, bartolomeo da cogorno.jpg
CardinalCoA PioM.svg
 
Creato cardinale21 dicembre 1381 da papa Urbano VI
 

Bartolomeo da Cogorno (Cogorno, ... – Genova, 1386) è stato un cardinale italiano.

Cenni biograficiModifica

Nacque da nobile famiglia presumibilmente Cogorno e in Liguria entrò nell'Ordine francescano. La prima data certa che lo riguarda è il 19 giugno 1377 quando è citato col titolo di magister in una lettera papale. Maestro di teologia e valente predicatore fu spinto da papa Urbano VI a redigere il trattato De vera et leitima electione Urbani VI (Ms. lat. 1462 della Bibliothèque nationale de France. Fu lo stesso Urbano VI a crearlo Cardinale presbitero del titolo di San Lorenzo in Damaso il 21 dicembre 1378. Accusato dallo stesso Pontefice di far parte di un gruppo di cardinali che avrebbero voluto imprigionarlo, l'11 gennaio 1385 lo fece arrestare presso Nocera. Incarcerato, gli fu estorta la confessione della propria colpevolezza e condotto a Genova a seguito del Papa. Secondo alcuni Urbano VI lo avrebbe fatto gettare in mare chiuso in un sacco, mentre secondo altri sarebbe stato giustiziato nella residenza genovese del Papa prima che lo stesso si trasferisse a Lucca alla fine del 1386.

BibliografiaModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie