Apri il menu principale
Battaglia di Kulm
parte della Guerra della sesta coalizione
Battle of Kulm by Kotsebu.jpg
Data29 - 30 agosto 1813
Luogonei pressi di Kulm, Boemia
EsitoVittoria della coalizione
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
32.000 uomini14.000 - 16.000 uomini (29 agosto)
54.000 uomini (30 agosto)
Perdite
5.000 morti circa
7.000 - 13.000 catturati
11.000 circa
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Kulm fu combattuta tra il 29 e il 30 agosto 1813 durante la guerra della sesta coalizione dalle truppe del francesi comandate dal generale Dominique Vandamme e le forze austro-russo-prussiane sotto la guida del generale Barclay de Tolly e del generale Friedrich von Kleist. La battaglia fece seguito alla battaglia di Dresda vinta da Napoleone e si concluse con la distruzione dell'esercito francese che, lanciatosi all'inseguimento delle colonne nemiche in ritirata attraverso le disagevoli strade dei Monti Metalliferi, in Boemia, venne bloccato e successivamente accerchiato dopo una drammatica battaglia durata due giorni.

La sconfitta a Kulm e la quasi contemporanea disfatta nella battaglia del Katzbach fecero svanire le possibilità di vittoria di Napoleone e costrinsero l'imperatore ad iniziare il ripiegamento verso Lipsia dove in ottobre sarebbe stata combattuta la battaglia decisiva della guerra.

Indice

AntefattiModifica

Dopo la vittoria francese nella battaglia di Dresda il 27 agosto 1813, Vandamme insistette nel continuare ad attaccare le forze della coalizione in ritirata. Napoleone inviò i marescialli Laurent de Gouvion-Saint-Cyr e Auguste Marmont per supportare le forze di Vandamme. Vandamme e le sue forze marciavano nelle prime linee mentre Saint Cyr e Marmont marciavano nelle retrovie. Il 29 agosto 1813 le forze di Vandamme cozzarono contro quelle del generale russo Aleksandr Ivanovič Osterman-Tolstoj vicino alla città di Kulm, otto chilometri a nordovest di Aussig (attuale Ústí nad Labem in Repubblica Ceca).

BattagliaModifica

Il 29 agosto Vandamme (32.000 soldati e 84 cannoni) attaccò le forze austro-russe del generale Osterman-Tolstoj (circa 13-14.000 soldati). La situazione era molto delicata per la coalizione poiché se Vandamme avesse vinto i francesi avrebbero avuto a disposizione lo spazio e il tempo per varcare le montagne ed insidiare pericolosamente gli eserciti della coalizione. L'attacco di Vandamme fu respinto e durante la notte arrivarono i rinforzi prussiani comandati da Friedrich von Kleist che attaccarono le retroguardie francesi. Nel tentativo di fronteggiare la doppia offensiva (in fronte con gli austro-russi e in retrovia con i prussiani), Vandamme tentò di organizzare alcune manovre difensive ma l'inesperienza dei soldati francesi non rese possibile una difesa efficace e il risultato fu una ritirata con gravi perdite.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Battaglia di Kulm, su napoleonguide.com.
  • Racconto, su Peterswald.org. URL consultato il 18 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2001).
  Portale Guerre napoleoniche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerre napoleoniche