Battaglia di Skra-di-Legen

Battaglia di Skra-di-Legen
parte del fronte macedone della prima guerra mondiale
Zymbrakakis-2.jpg
Il tenente generale Emmanouil Zymvrakakis (a destra) con il suo capo di stato maggiore
Data29 - 31 maggio 1918
LuogoSkra, Grecia
EsitoVittoria franco-greca
Schieramenti
Comandanti
Grecia Emmanouil Zymvrakakis
Francia Adolphe Guillaumat
Francia Auguste Clement Gerome
Bulgaria Ivan Bonchev
Effettivi
Grecia 5 reggimenti
(da 3 divisioni)
Flag of France (1794-1815).svg 1 brigata con cannoni e lanciafiamme
Bulgaria 1 brigata
Perdite
441 morti
2.227 feriti
164 dispersi[1]
600 morti
2.313 catturati (inclusi i feriti)
12 pezzi di artiglieria e 32 mitragliatrici oltre ad un altro equipaggiamento catturati
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Skra-di-Legen (Skora di Legen) fu una battaglia di due giorni che ebbe luogo nella posizione fortificata di Skra, situata a nord-est del monte Paiko, a nord-ovest di Salonicco, il 29-30 maggio 1918, sul Fronte macedone della prima guerra mondiale. La battaglia fu il primo impiego su larga scala delle truppe greche dell'esercito di difesa nazionale (la Grecia si era unita alla guerra nell'estate 1917) sul fronte e portò alla cattura delle posizioni bulgare pesantemente fortificate. La forza alleata comprendeva tre divisioni greche del Corpo d'Armata di Difesa Nazionale sotto il tenente generale Emmanouil Zymvrakakis, più una brigata francese. Le tre divisioni greche includevano la Divisione Arcipelago sotto il maggiore generale Dimitrios Ioannou, la Divisione di Creta sotto il maggiore generale Panagiotis Spiliadis e la Divisione Serres sotto il tenente colonnello Epameinondas Zymvrakakis. Il 5º e il 6º Reggimento della Divisione Arcipelago erano al centro, il 7º e l'8º Reggimento della Divisione di Creta erano sul fronte destro e il 1º Reggimento della Divisione Serres era sul fronte sinistro.

BattagliaModifica

Nella prima mattinata del 29 maggio 1918, l'artiglieria greca fece fuoco sulle posizioni bulgare in preparazione dell'assalto del mattino successivo.

Il 30 maggio 1918, alle 06:30, le forze alleate catturarono Skra dai bulgari, in forte inferiorità numerica. A partire dalla sera dello stesso giorno fino al 31 maggio, l'esercito bulgaro lanciò diversi contrattacchi sulle posizioni detenute dalla Divisione di Creta. Tutti gli attacchi furono respinti e cementarono la vittoria degli Alleati.

Nella battaglia, 441 soldati alleati furono uccisi, 2.227 feriti e 164 dispersi in azione. La Bulgaria subì 600 soldati uccisi e 2045 fatti prigionieri. Furono catturati anche 12 pezzi di artiglieria e 32 mitragliatrici, oltre ad un altro equipaggiamento.

ConseguenzeModifica

La battaglia fu importante per l'avanzata del fronte macedone, in quanto gli Alleati dopo un anno di falliti attacchi, ruppero finalmente le posizioni bulgare.

NoteModifica

  1. ^ Η Μάχη του Σκρα Ντι Λέγκεν, Στρατιωτική Ιστορία journal, No.69, May 2002

BibliografiaModifica

  • Charles F. Horne, Source records of the Great war, volume VI, National Alumni 1923
  • Grigorios Dafnis, Sofoklis Eleftheriou Venizelos, Ikaros, Athens 1970, pages 44–47

Collegamenti esterniModifica

  Portale Grande Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grande Guerra