Tenente colonnello

grado militare utilizzato in molte forze armate

Nella gerarchia militare il tenente colonnello fa parte degli ufficiali ed è intermedio fra i gradi di maggiore e di colonnello.

Al grado di tenente colonnello corrisponde il comando di un battaglione o di una unità equivalente (gruppo squadroni per la cavalleria e l'aviazione dell'esercito, gruppo per l'artiglieria).

Lo sviluppo organico dei reparti e l'aumentare delle competenze, che portò mutamenti, integrazioni e aumenti nelle figure gerarchiche di sottufficiali e ufficiali inferiori, comportò anche mutamenti e integrazioni fra gli ufficiali superiori. Alla fine del Settecento i reggimenti, passati a più battaglioni, ebbero la necessità di prevedere ufficiali superiori di grado inferiore al colonnello. A similitudine del capitano luogotenente, venne creato il grado di luogotenente colonnello.

Indice

ItaliaModifica

Forze armate e forze di poliziaModifica

Il grado di luogotenente colonnello ridotto a tenente colonnello nel 1831, fu soppresso nel 1841 e quindi ripristinato nel 1849. È abbreviato come Ten. Col.

Il livello di corrispondenza con la graduatoria NATO è OF-4.[1]

L'attuale distintivo di tenente colonnello dell'Esercito Italiano è formato da due stellette e da una corona turrita, analogamente all'Arma dei Carabinieri e alla Guardia di Finanza.

Il distintivo di tenente colonnello dell'Aeronautica Militare è formato da un doppio binario, un binario, e una "losanga".

Per la Marina Militare, il cui grado omologo è capitano di fregata, da un doppio binario, sormontato da un filetto o binario, e un giro di bitta.

Nell'Esercito Italiano il distintivo di grado per controspallina di tenente colonnello è costituito da una corona turrita dorata e da due stellette dorate. Il tenente colonnello comandante di battaglione ha le due stellette bordate di rosso. Il tenente colonnello con incarichi di comando/staff del grado superiore ha una stelletta aggiuntiva di colore argento bordata di rosso.

Esercito
Marina Militare, Aviazione Militare, Arma dei Carabinieri

Comparazione con le qualifiche dei corpi a ordinamento militareModifica

Comparazione con le qualifiche dei corpi a ordinamento civileModifica

Nei corpi di polizia i "gradi" sono stati sostituiti dalle "qualifiche" solo in parte corrispondenti ai gradi militari vigenti nell'Esercito italiano, nell'Arma dei carabinieri e nella Guardia di finanza. L'art. 32 del decreto legislativo n. 298 del 2000 "Riordino del reclutamento, dello stato giuridico e dell'avanzamento degli ufficiali dell'Arma dei carabinieri, a norma dell'articolo 1 della legge 31 marzo 2000, n. 78", ha fissato la seguente equiparazione tra gradi e qualifiche[2]:

San MarinoModifica

Corpo della GendarmeriaModifica

Nella Gendarmeria di San Marino il grado di tenente colonnello è un grado degli ufficiali superiori.

Esercito svizzeroModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Gradi dell'esercito svizzero.
it: Tenente colonnello, fr: Lieutenant-colonel, de: Oberstleutnant

Nell'esercito svizzero, il grado di tenente colonnello (abbreviato ten col) è un ufficiale superiore che comanda un battaglione (circa 1000 soldati).

I gradi omologhi nel resto del mondoModifica

NoteModifica

  1. ^ STANAG 2116 (NATO standardization agreement - accordo sulle norme) NATO Codes for Grades of Military Personnel (codici per i gradi del personale militare) versione 6.
  2. ^ Decreto legislativo 5 ottobre 2000, n. 298 "Riordino del reclutamento, dello stato giuridico e dell'avanzamento degli ufficiali dell'Arma dei carabinieri, a norma dell'articolo 1 della legge 31 marzo 2000, n. 78". Archiviato il 26 febbraio 2008 in Internet Archive.
Controllo di autorità GND: (DE4398981-0
  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerra