Blagoje Adžić

generale e criminale di guerra jugoslavo e poi serbo
Blagoje Adžić
NascitaPridvorica, 2 settembre 1932
MorteBelgrado, 1º marzo 2012 (79 anni)
Dati militari
Paese servitoJugoslavia Jugoslavia
Forza armataLogo of the JNA.svg Armata Popolare Jugoslava
ArmaEsercito jugoslavo
Anni di servizio1953 - 1992
GradoColonnello generale
GuerreGuerra dei dieci giorni
Guerra d'indipendenza croata
Guerra in Bosnia ed Erzegovina
Comandante diArmata Popolare Jugoslava
DecorazioniOrdine dell'Armata Popolare con stella dorata (2º grado)
Ordine dell'Armata Popolare con stella d'argento (3º grado)
Ordine per meriti militari con spade d'oro (2º grado)
Ordine per meriti militari con spade d'oro (3º grado)
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Blagoje Adžić[1] (Lingua serba: Благоје Аџић; Pridvorica, 2 settembre 1932Belgrado, 1º marzo 2012) è stato un generale jugoslavo, poi serbo. Il 21 settembre 1989 fu nominato Capo di Stato Maggiore dell'Armata Popolare Jugoslava e quindi responsabile delle azioni dell'esercito jugoslavo durante le guerre in Slovenia, Croazia e Bosnia ed Erzegovina. Fu poi destituito l'8 maggio 1992. È stato successivamente incriminato a Osijek per i crimini di guerra e genocidio.[2]

NoteModifica

  1. ^ In lingua serba General-pukovnik Blagoje Adžić.
  2. ^ MUP -Tjeralice Archiviato l'11 febbraio 2012 in Internet Archive.

Voci correlateModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie