Apri il menu principale

Blitz (programma televisivo)

Programma televisivo italiano
Blitz
PaeseItalia
Anno1981-1984
Generevarietà, musicale, contenitore
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreGianni Minà
RegiaGiuliano Nicastro
AutoriAldo Bruno, Giovanni Minoli, Gianni Minà
Rete televisivaRete 2

Blitz è stato un programma televisivo della Rete 2, trasmesso dal 22 novembre 1981 la domenica pomeriggio alle 15:15 per tre stagioni.[1]

Il programmaModifica

Il programma, condotto da Gianni Minà, Milly Carlucci e, successivamente Carla Urban, è una lunga diretta del pomeriggio domenicale, in cui ogni settimana, un personaggio famoso partecipa alle varie fasi della trasmissione, coadiuvato da collaboratori ed amici. Il lungo contenitore, che si occupa dei temi più disparati, dallo sport alla musica, vede Milly Carlucci come showgirl ed interprete della sigla[2]. Gli spazi comici sono animati dal gruppo de I Gufi e da altre rubriche tra cui "Il Sistemone", sorta di prologo in onda il sabato pomeriggio, dedicato alle schedine del Totocalcio, e quella condotta dalla giornalista Stella Pende dal titolo A chi tocca.

Il "caso" MastelloniModifica

Proprio questa rubrica fu al centro di un caso, quando, nella puntata del 22 gennaio 1984, Leopoldo Mastelloni, intervistato da Stella Pende in collegamento dalla Bussoladomani, lanciò una bestemmia in diretta, dopo una sequela di parolacce. La rubrica venne sospesa ed entrambi vennero allontanati dalla RAI per alcuni anni[2][3][4].

NoteModifica

  1. ^ [1].
  2. ^ a b Vedi: [2]
  3. ^ Vedi: [3]
  4. ^ Vedi: [4]

BibliografiaModifica

  • AA.VV., Enciclopedia della televisione, Garzanti

Collegamenti esterniModifica

Blitz, su raiplay.it.

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione