Apri il menu principale

Bob Tonelli

attore italiano

Bob Tonelli, nome d'arte di Ariano Nanetti (Bologna, 9 maggio 1929Bologna, 10 maggio 1986), è stato un attore italiano.

BiografiaModifica

È noto per essere stato uno degli attori-simbolo (assieme a Gianni Cavina e Giulio Pizzirani, ed in misura minore Lino Capolicchio e Carlo Delle Piane) del periodo grottesco di Pupi Avati, l'unico regista per il quale, in molte pellicole, ha recitato. Tonelli compare in molte pellicole di culto del cineasta bolognese, tra cui il celebre horror La casa dalle finestre che ridono del 1976.

La figura di Tonelli è facilmente riconoscibile per la ridottissima statura, che lo costrinse ad impersonare prevalentemente figure di nani subdoli (ne sono esempio i ruoli in La casa dalle finestre che ridono e Zeder) o imparentati con l'arcano (Balsamus, l'uomo di Satana, dove interpreta proprio il protagonista del titolo). A questa caratteristica si aggiunse una zoppia che lo faceva camminare col bastone, ma ambedue gli elementi non furono affatto di ostacolo a quello che dichiarava essere "il suo grosso successo con le donne". Fu titolare dell`omonima agenzia di intermediazione immobiliare, ubicata vicino al centro di Bologna. Fumatore, scomparve per un infarto il giorno dopo il suo cinquantasettesimo compleanno. La sua interpretazione di sé stesso in Thomas e gli indemoniati, seconda e misconosciuta pellicola di Avati, gli valse il premio Stefen quale miglior attore non protagonista al Festival di Locarno del 1970.

Suo figlio è Steno Tonelli, costumista e scenografo in molti film diretti da Pupi Avati.

FilmografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie