Bornholm

isola danese
Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bornholm (disambigua).

Bornholm (bɒːnˈhʌlˀm; dal norreno: Burgundaholmr, "l'isola dei Burgundi") è un'isola della Danimarca con 39 460 abitanti (ottobre 2023) situata nel mar Baltico a circa 160 km a est di Copenaghen e circa 37 km al largo della costa svedese.

Bornholm
l'isola dei Burgundi
Panorama
Geografia fisica
LocalizzazioneMar Baltico
Coordinate55°07′30″N 14°55′00″E / 55.125°N 14.916667°E55.125; 14.916667
Superficie588,36 km²
Geografia politica
StatoBandiera della Danimarca Danimarca
Regione  Hovedstaden
ComuneBornholm
Centro principaleRønne (13 798 ab. / 2023)
Fuso orarioUTC+1
Aeroporti principaliAeroporto di Bornholm
Demografia
Abitanti39 460 ab. (2023)
Densità67,06 ab./km²
Cartografia
Mappa di localizzazione: Danimarca
Bornholm
Bornholm
voci di isole della Danimarca presenti su Wikipedia
Collegamenti marittimi da e per l'isola di Bornholm.

Pur essendo notevolmente ad est del resto della Danimarca, Bornholm non ne rappresenta il punto più orientale, primato che appartiene all'arcipelago delle Isole Ertholmene situato 18 km a nord-est e amministrato direttamente dal ministero della difesa.

I comuni di Aakirkeby, Allinge-Gudhjem, Hasle, Nexø e Rønne in seguito ad un referendum del 29 maggio 2001 divennero parte di un unico Comune regionale di Bornholm. Tale comune godeva di alcune facilitazioni e privilegi, ma dall'entrata in vigore della riforma amministrativa (1º gennaio 2007) il comune ha perso questi privilegi ed è entrato a far parte della regione di Hovedstaden.

Villaggi modifica

Abitanti dei villaggi di Bornholm al 1º gennaio 2009:

Villaggio Abitanti
Rønne 14 031
Nexø 3 769
Aakirkeby 2 093
Hasle 1 755
Allinge-Sandvig 1 755
Svaneke 1 133
Tejn 1 093
Villaggio Abitanti
Gudhjem 782
Nyker 756
Snogebæk 754
Klemensker 685
Muleby 552
Østermarie 519
Årsdale 475
Villaggio Abitanti
Lobbæk 372
Østerlars 275
Vestermarie 270
Balka 266
Pedersker 255
Listed 243
Nylars 236


Geografia fisica modifica

L'isola è quadrangolare e le coste sono caratterizzate a nord da alte scogliere e a sud da spiagge e dune. L'isola si trova all'incrocio dei confini di Svezia a nord, Danimarca a ovest, Germania e Polonia a sud e a est.

Il suo clima permette la crescita di essenze prettamente mediterranee come il fico, il gelso e la vite che crescono in compagnia della tipica flora nordica.

Storia modifica

Da questa regione agli inizi dell'era cristiana partirono le popolazioni di stirpe burgunda, che attorno al VI secolo occuparono la regione a nord ovest dell'arco alpino. L'isola è sempre stata molto contesa, a causa della sua posizione strategica all'imbocco del mar Baltico. Svezia e Danimarca se la contesero per molti secoli, ma subì anche l'occupazione tedesca durante la seconda guerra mondiale.
Con il trattato di Roskilde del 1658 venne ceduta alla Svezia insieme ad altri territori danesi, ma si ribellò alla Svezia e tornò sotto il dominio danese col trattato di Copenaghen del 1660.

Durante l'occupazione tedesca, i russi cercarono di liberare l'isola attraverso diversi attacchi aerei che danneggiarono gravemente le città, in particolare Rønne e Nexø.
Al termine dell'occupazione, gli abitanti per riedificare le parti distrutte delle città decisero di utilizzare il modello delle "svensk huset": case economiche e facili da costruire.

Economia modifica

L'industria della pesca e della produzione di vasellame sono le principali attività dell'isola a cui va aggiunto, per il suo clima molto mite rispetto alle regioni circostanti e per la bellezza dei suoi paesaggi, anche il turismo, in particolare nella bella stagione. Bornholm è conosciuta particolarmente per il pesce affumicato, un prodotto tipico dell'isola.

Dialetto modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Bornholmese.

Gli abitanti dell'isola parlano, oltre al danese ufficiale, una variante dialettale chiamata bornholmsk, difficile da capire anche per alcuni danesi.

Arte modifica

La cosiddetta scuola di Bornholm fu fondata da un gruppo di pittori danesi attivi sull'isola di Christiansø sulla scia dello svedese Karl Isakson (1878-1922) e di Edvard Weie (1879-1943) che intorno al 1911 vi soggiornarono riscontrando condizioni ideali per il loro atto creativo.

La scuola di Bornholm è stata spesso accostata alla corrente artistica dei Fauves, da cui si distinse per il non completo distacco dalla realtà e per la scelta del colore come strumento principe della espressività.

L'artista più brillante fu Weie, considerato uno dei più importanti coloristi danesi, che negli anni venti assumerà tendenze romantiche e narrative. Olaf Rude (1888-1957), si aggregò alla scuola di Bornholm pur avendo subito varie altre influenze, da quelle parigine al Cubismo, e si mise in luce per le sue costruzioni plastiche. Anche Kraesten Iversen (1886-?), dopo una fase decorativa barocca, e soprattutto Oluf Höst (1884-1966), con le sue visioni di spiagge, di pescatori e bagnanti e con la sua narrazione della natura sfiorante il misticismo, rappresentarono altri importanti esponenti della scuola che restò in auge per tutta la prima metà del XX secolo.[1]

Infrastrutture e trasporti modifica

La città è servita dall'unico scalo aeroportuale, l'Aeroporto di Bornholm, situato a 5 km a sud-est di Rønne, il più popoloso centro abitato dell'isola.

Note modifica

  1. ^ "Le Muse", Novara, De Agostini, 1964, Vol. II, p. 361

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN136037905 · LCCN (ENsh86002572 · GND (DE4007781-0 · BNF (FRcb124087678 (data) · J9U (ENHE987007548744705171 · WorldCat Identities (ENviaf-6202148574278724430005