Borsa di Mosca

la più grande borsa russa in economia

La Borsa di Mosca (russo: ОАО Московская Биржа) è la più grande borsa in Russia, con sede a Mosca, in cui si può commerciare azioni, obbligazioni, derivati e valute. Nacque il 19 dicembre 2001 attraverso la fusione del MICEX (Moscow Interbank Currency Exchange) e l'indice RTS, entrambe le organizzazioni nacquero negli anni '90 e per due decenni primeggiarono negli scambi finanziari in Russia.

Borsa di Mosca
Moscow Exhacnge main building.jpg
StatoRussia Russia
Forma societariaBorsa valori
ISINRU000A0JR4A1
Fondazione2001
Sede principaleMosca
Persone chiaveYury Denisov (CEO)
Sito webwww.moex.com/en/ e www.moex.com

Crisi finanziaria 2022Modifica

Il 24 febbraio 2022, in seguito all'annuncio da parte del presidente della Russia, Vladimir Putin, dell'invasione russa dell'Ucraina e della conseguente crisi finanziaria, la borsa di Mosca ha sospeso le negoziazioni fino a nuovo avviso.[1][2] Il 27 febbraio 2022 ITAR-TASS ha annunciato il divieto di vendita dei titoli da parte degli azionisti deterrenti.[3]

NoteModifica

  1. ^ Giuliano Balestreri, Chiusa la Borsa di Mosca: non succedeva dal 1917, riaprì solo dopo 75 anni, su La Stampa, 28 febbraio 2022. URL consultato il 5 marzo 2022.
  2. ^ Mauro Del Corno, Guerra Russia-Ucraina, borse in calo Milano chiude a - 4%. Mosca resta chiusa. Giù i rendimenti dei titoli di stato Ue con il Btp a 1,4%, su Il Fatto Quotidiano, 1º marzo 2022. URL consultato il 5 marzo 2022.
  3. ^ Antonella Scott, Sissi Bellomo, Petrolio, Mosca apre a un taglio della produzione del 5%. Vola il greggio, su Il Sole 24 Ore. URL consultato il 5 marzo 2022.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (RU) MOEX, su moex.com.
  • (EN) MOEX, su moex.com.