Bruna Rossi

tuffatrice italiana
Bruna Rossi
Bruna Rossi 1970.jpg
Rossi nel 1970
Nazionalità Italia Italia
Altezza 160 cm
Peso 54 kg
Tuffi Diving pictogram.svg
Specialità Trampolino 3 metri, piattaforma 10 metri
Palmarès
Giochi del Mediterraneo 0 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 18 aprile 2018

Bruna Rossi (Roma, 15 luglio 1948) è un'ex tuffatrice italiana.

BiografiaModifica

Nata a Roma nel 1948, a 20 anni ha partecipato ai Giochi olimpici di Città del Messico 1968, nella gara di piattaforma 10 metri, terminando ventunesima con 43.54 punti, non riuscendo ad accedere alla finale, riservata alle prime 12.

Nel 1971 ha vinto l'argento nel trampolino 3 metri ai VI Giochi del Mediterraneo di Smirne, chiudendo con 368.22 punti, dietro solo alla connazionale Verena Masetti.

Oltre ai tuffi praticava anche il nuoto sincronizzato.[1]

In seguito è diventata psicologa e docente universitaria (attualmente ha la cattedra di scienze cognitive all'Università di Grenoble, in Francia).[2] Docente anche alla Scuola dello sport del CONI[3], ha collaborato in passato con Luna Rossa, la nazionale maschile italiana di pallavolo[4], Tania Cagnotto[5], l'Inter, il Settebello e Federica Pellegrini.[6]

PalmarèsModifica

Smirne 1971: argento nel trampolino 3 m;

NoteModifica

  1. ^ 40 anni fa nasceva il Sincro in Italia, su federnuoto.it, 9 giugno 2015. URL consultato il 18 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2018).
  2. ^ Il grande Julio Velasco giovedì 14 a Trento, su ladige.it, 7 dicembre 2017. URL consultato il 18 aprile 2018.
  3. ^ Con la Psicologa Bruna Rossi e il Prof. Carlo Tranquilli per parlare del recupero dell'atleta infortunato, su coni.it. URL consultato il 18 aprile 2018.
  4. ^ Università Trento: "Imparare dalle crisi, la lezione dello sport": incontro con Julio Velasco e Francesco De Angelis giovedì 14 dicembre, su agenziagiornalisticaopinione.it, 8 dicembre 2017. URL consultato il 18 aprile 2018.
  5. ^ Tania Cagnotto promette: ”Sto studiando un nuovo tuffo per arrivare a Rio”, su direttanews.it, 2 aprile 2014. URL consultato il 18 aprile 2018.
  6. ^ Così è rinata Federica Pellegrini: l’oro è nato in un hotel stile Shining, su corriere.it, 27 luglio 2017. URL consultato il 18 aprile 2018.

Collegamenti esterniModifica