Apri il menu principale
Camillo Tiberio
vescovo della Chiesa cattolica
Camillo Tiberio.jpg
Vescovo Camillo Tiberio, Bott. Lucana, XIX sec
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Diano-Teggiano (1906-1915)
 
Nato24 ottobre 1850 a Casalbordino
Nominato vescovo14 novembre 1906 da Papa Pio X
Consacrato vescovo25 novembre 1906 dal cardinale Pietro Respighi
Deceduto26 aprile 1915 (64 anni) a Teggiano[1]
 

Camillo Tiberio (Casalbordino, 24 ottobre 1850Teggiano, 26 aprile 1915[1]) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nato nel 1850 a Casalbordino, da Giuseppe e Maria Vittoria Bucciarelli, per quasi dieci anni fu vescovo della diocesi di Diano-Teggiano, oggi Teggiano-Policastro. Ricevette la consacrazione episcopale dal cardinale Pietro Respighi a Roma, assistito dagli arcivescovi Domenico Serafini, O.S.B. e Mauro Bernardo Pietro Nardi, O.F.M. Cap. Aveva due fratelli, Antonio, un monaco, e Donato, ricco proprietario terriero; anche la sorella Rachele prese i voti, diventando suora. Fu egli stesso ad esprimere il desiderio di essere nominato vescovo di Diano, data la sede vacante: la nomina venne accolta da papa Pio IX, dopo averne compreso le «ottime qualità morali e politiche, e l'elevata cultura».[2]

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Luogo di morte incerto.
  2. ^ Mario Casella, Alla scoperta della religiosità nell'Italia meridionale, Rubbettino Editore, 2005, p. 219-220, ISBN 9788849813777. URL consultato il 23 maggio 2019.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica