Apri il menu principale
Il canale a Viareggio

Il canale Burlamacca nasce a Montramito nel comune di Massarosa in provincia di Lucca e arriva al mare nel comune di Viareggio. Prende il nome dalla famiglia lucchese dei Burlamacchi, forse perché esso attraversava dei suoi terreni o perché fu riaperto un fosso sulle antiche tracce delle Fosse Papiriane a spesa di questa famiglia. È l'emissario navigabile del Lago di Massaciuccoli. [1]

Indice

IdrografiaModifica

Il canale Burlamacca è il principale emissario del Lago di Massaciuccoli e ha come affluenti i canali Malfante, Le Venti e Le Quindici. A Viareggio nel quartiere Varignano è presente un sistema di porte vinciane[2], realizzate nel XVIII secolo per regolare il flusso di acqua salata che rientra dal mare; essendo l'opera insoddisfacente, è stata realizzata una nuova barriera poco più a monte. Poco dopo quest'opera idraulica il canale riceve le acque del fosso Farabola (nel quale poco prima è confluita la Gora di Stiava) e si dirige verso il mare, alla cui foce è presente il porto di Viareggio.[3]

NoteModifica

  1. ^ Massarosa, Massagrosa, Massa Grausa - Fossa Burlamaca - Fosse Papiriane, archeogr.unisi.it. URL consultato il 26 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2006).
  2. ^ NODO IDRAULICO DEL CANALE BURLAMACCA:“PORTE VINCIANE” STORICHE E NUOVA BARRIERA MOBILE Protocollo di funzionamento (PDF), autorita.bacinoserchio.it, 28 novembre 2012. URL consultato il 27 febbraio 2016.
  3. ^ 2 - L’area di riferimento (PDF), parcosanrossore.org. URL consultato il 27 febbraio 2016.

BibliografiaModifica

  • Francesco Bergamini, Le mille e una... notizia di vita viareggina 1169/1940, Pezzini Editore, Viareggio 1995

Altri progettiModifica