Apri il menu principale
Massarosa
comune
Massarosa – Stemma Massarosa – Bandiera
Massarosa – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Lucca-Stemma.png Lucca
Amministrazione
SindacoAlberto Coluccini (centro-destra) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate43°52′N 10°20′E / 43.866667°N 10.333333°E43.866667; 10.333333 (Massarosa)Coordinate: 43°52′N 10°20′E / 43.866667°N 10.333333°E43.866667; 10.333333 (Massarosa)
Altitudine10 m s.l.m.
Superficie68,27 km²
Abitanti22 435[1] (31-10-2017)
Densità328,62 ab./km²
FrazioniBargecchia, Bozzano, Compignano, Corsanico, Gualdo, Massaciuccoli, Mommio (Castello), Montigiano, Montramito, Piano del Quercione, Piano di Conca, Piano di Mommio, Pieve a Elici, Quiesa, Stiava
Comuni confinantiCamaiore, Lucca, Vecchiano (PI), Viareggio
Altre informazioni
Cod. postale55040, 55054
Prefisso0584
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT046018
Cod. catastaleF035
TargaLU
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Cl. climaticazona D, 1 433 GG[2]
Nome abitantiMassarosesi
Patronosan Iacopo
Giorno festivo25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Massarosa
Massarosa
Massarosa – Mappa
Posizione del comune di Massarosa all'interno della provincia di Lucca
Sito istituzionale

Massarosa è un comune italiano di 22 435 abitanti[1] della provincia di Lucca. Nel 1869 fu decretata l'istituzione del comune di Massarosa, prima territorio amministrato da Viareggio, nel 1870 il decreto fu applicato, con grandi polemiche (queste polemiche si risolsero completamente nel 1878)

Indice

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

Buona parte dei territori oggi riconducibili al comune di Massarosa, in epoca medievale, erano sotto l'egemonia dell'antica famiglia pisana degli Orlandi.

SimboliModifica

Lo stemma del comune è ispirato a quello di Lucca, capoluogo di provincia, e presenta due mazze disposte a Croce di Sant'Andrea e quattro rose, richiamando il nome del paese. Il nome deriva da Massagrausi, divenuto poi Massagrosa, quindi abbreviato e semplificato in Massarosa[senza fonte].

 
Stemma del Comune di Massarosa

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 

Etnie e minoranze straniereModifica

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 1.158 persone.

Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Infrastrutture e trasportiModifica

FerrovieModifica

La Stazione di Massarosa-Bozzano si trova lungo la ferrovia Viareggio-Firenze; attiva dal 1890 la stessa è servita dai treni svolti da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Toscana.

Mobilità urbanaModifica

Il trasporto pubblico urbano e suburbano è garantito dagli autoservizi svolti dalla società CTT Nord.

AmministrazioneModifica

  • CAP: 55040 Bargecchia, Corsanico, Mommio, Piano di Mommio, Piano di Conca, Stiava; 55054 Massarosa (capoluogo) e le altre frazioni

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1870 1871 Giov. Battista Ghivizzani - Sindaco
1871 1874 Cosimo Pellegrini - Sindaco
1877 - Francesco Pellegrini - Sindaco
1888 - S. Sodini - Sindaco
1891 1894 Aurelio Dinucci - Sindaco
1894 1895 Valentino Bertacchi - Sindaco
1895 1896 Aurelio Dinucci - Sindaco
1896 1901 Conte Cav. Luigi Spada Cenami - Sindaco
1901 1913 Cav. Valentino Lunardini - Sindaco
1913 1914 Cav. Francesco Piccioli - Sindaco
1914 - Cav. Leone Bigongiari - Sindaco
1914 1917 Marchese Adolfo Provenzali - Sindaco
1917 1920 Cav. Francesco Piccioli - Sindaco
1920 1924 Cav. Manlio Dinucci - Sindaco
1924 1927 Cav. Manlio Dinucci PNF Podestà
1927 - Ignazio Donini PNF Podestà
1927 1929 Conte Piero Minutoli Tegrimi PNF Podestà
1929 1931 Ferdinando Seghieri PNF Podestà
1931 1934 Ettore Corna PNF Podestà
1934 - Cav. Uff. Alfonso De Felice - Commissario Prefettizio
1934 1935 Pietro Montani PNF Podestà
1935 1944 Comm. Antonio Lollusa PNF Podestà
1944 - Cav. Carlo Rontani - Commissario Prefettizio
1944 - Cap. Giulio Garavoldi - Commissario Straordinario
1944 1944 Ernesto Betti CLN Sindaco
1945 1946 Carlo Pellegrini CLN Sindaco
1946 1947 Italo Barilli DC Sindaco
1947 1951 Eusebio Girolami DC Sindaco
1951 1956 Giuseppe Sarti DC Sindaco
1956 1963 Mario Simonini DC Sindaco
1963 1970 Giuseppe Sarti DC Sindaco
1970 1977 Giovanni Frati DC Sindaco
1977 1980 Mario Gori DC Sindaco
1980 1990 Giovanni Frati DC Sindaco
1990 1993 Mario Gori DC CPA Sindaco
1993 1995 Alberto Ramacciotti PPI PSI Verdi Sindaco
1995 1999 Guglielmo Da Prato Centro-sinistra Sindaco
1999 2004 Fabrizio Larini Centro-destra Sindaco
2004 2009 Fabrizio Larini Centro-destra Sindaco
2009 2019 Franco Mungai Centro-sinistra Sindaco
2019 in carica Alberto Coluccini Centro-destra Sindaco


GemellaggiModifica

Massarosa è gemellata con:

SportModifica

CalcioModifica

La principale squadra di calcio è l'A.S.D. Sporting BM Bozzano Massarosa che milita nel girone A toscano di 1ª Categoria.

A Piano di Mommio la principale squadra di calcio è l'U.S.D. Piano di Mommio 2008 che milita nel girone A lucchese di 3ª Categoria. È nata nel 2008. I colori sociali sono: il rosso ed il giallo.

CuriositàModifica

Da un allevamento di Massarosa è partita l'invasione del cosiddetto "gambero killer", il Gambero rosso della Luisiana, una specie di gambero non autoctono che è sfuggito agli allevatori e poi si è diffuso (anche a causa dell'opera di altri allevatori irresponsabili) prima in Toscana e poi nel resto dell'Italia, dove adesso sta uccidendo le altre specie[4].

NoteModifica

  1. ^ a b massarosesi Dato Istat - Popolazione residente al 31 ottobre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Il Ducato

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN153767906 · GND (DE4422295-6 · WorldCat Identities (EN153767906
  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana