Apri il menu principale

Cappotto di legno

film del 1981 diretto da Gianni Manera
Cappotto di legno
Cappotto di legno.jpg
Una sequenza del film
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1981
Durata90 min
Generepoliziesco
RegiaGianni Manera
SoggettoGianni Manera
SceneggiaturaGianni Manera, Enrico Manera
Casa di produzioneC.A. International Cinematografica
FotografiaGiovanni Varriano, Paolo Cavicchioli, Michele Picciaredda, Gino Santini
MontaggioFranco Malvestiti
MusicheRiz Ortolani
ScenografiaTheo Bernardi, Louis Vernuil
Interpreti e personaggi

Cappotto di legno è un film di gangster del 1981 scritto e diretto da Gianni Manera.

Indice

TramaModifica

Dopo lo sgarro subito da un boss mafioso, Don Vincenzo Talascio induce i figli Tony e Carmine a vendicare l'offesa e inizia una nuova guerra che porta i suoi figli a compiere la loro missione e pagare di persona colpe maggiori da parte di un potere occulto e sovrano.

CuriositàModifica

  • Iniziato a girare già nel settembre del 1975[1], il film è stato interrotto e ripreso più volte (sono infatti accreditati ben quattro diversi direttori della fotografia). Ottenne un regolare visto censura solamente nel novembre del 1981.
  • Nel film appaiono i fratelli Manera (Gianni ed Enrico, quest'ultimo celato sotto il suo abituale pseudonimo Joseph Logan), la moglie di Gianni Manera Maria Pia Liotta, (accreditata come Maria Pia Le Mans) e la figlia Alma Manera, nel ruolo di una nipotina di Don Talascio.
  • Il film è inedito in dvd, ma ha avuto almeno tre diverse edizioni in vhs: per la CVR, per la General Video ed in tempi più recenti anche per la Cecchi Gori.[2]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema