Carlo Augusto Federico di Waldeck e Pyrmont

principe
Carlo Augusto
Fürst Carl von Waldeck und Pyrmont.jpg
Principe di Waldeck e Pyrmont
Stemma
In carica 1º gennaio 1728 – 29 agosto 1763
Predecessore Federico Antonio Ulrico
Successore Federico Carlo Augusto
Nascita Hanau, Waldeck, 24 settembre 1704
Morte Arolsen, Waldeck e Pyrmont, 29 agosto 1763
Padre Federico Antonio Ulrico, Principe di Waldeck e Pyrmont
Madre Contessa Palatina Luisa di Zweibrücken-Birkenfeld
Consorte Contessa Palatina Cristiana Enrichetta di Zweibrücken

Carlo Augusto Federico di Waldeck e Pyrmont (Hanau, settembre 170429 agosto 1763) è stato principe di Waldeck e Pyrmont dal 1728 alla propria morte, nel 1763.

BiografiaModifica

 
Il principe Carlo Augusto Federico di Waldeck e Pyrmont in un ritratto di Martin van Meytens.

Carlo Augusto Federico era figlio secondogenito del principe Federico Antonio Ulrico di Waldeck e Pyrmont (1676-1728) e della principessa Luisa di Birkenfeld-Bischweiler (1678-1753).

Fin dalla sua nascita venne destinato alla carriera militare e prestò servizio prima di salire al trono nel reggimento francese di stanza in Alsazia, unendosi dal 1725 all'esercito prussiano. Nel 1728, dopo la sua ascesa al principato, lasciò temporaneamente il proprio servizio militare per dedicarsi ad un grand tour in Europa, in particolare in Italia, fatto che lo ispirò per tutta la vita a raccogliere tesori d'arte.

Divenne principe di Waldeck e Pyrmont alla morte del fratello maggiore, Cristiano Filippo, nel 1728, il quale aveva regnato alla morte del padre solo per alcuni mesi, nello stesso anno, ed era morto senza eredi.

Nella guerra di successione polacca, dal 1733 al 1738, prestò servizio come aiutante di campo nell'esercito imperiale e pertanto combatté al fianco di Eugenio di Savoia nella campagna del 1735 sul Reno, cogliendo l'occasione per distinguersi nella battaglia di Clausen. Nel 1736 prese parte alla campagna militare in Ungheria. Negli anni seguenti fu coinvolto nelle campagne militari contro gli ottomani. Nel 1737 venne ferito nel corso dell'assedio della fortezza di Rissa e nel 1739 a Krozka.

Nel 1742, Carlo Augusto Federico venne nominato generale dell'esercito olandese durante la guerra di successione austriaca. Anche in quel caso si distinse in diversi scontri, ma l'esercito olandese finì per essere sconfitto sotto il suo comando nelle battaglie di Fontenoy, Roucoux e Lauffeldt. La sua sconfitta nei Paesi Bassi portò a dei disordini anche a livello amministrativo in tutto il territorio olandese e pertanto, per ragioni politiche interne, il principe di Waldeck venne sostituito dal principe Guglielmo IV d'Orange-Nassau.

Nel 1746 venne nominato feldmaresciallo imperiale. Dopo la morte del conte Federico di Sayn-Wittgenstein-Hohenstein, gli subentrò nel 1756 alla reggenza della contea di Sayn-Wittgenstein-Hohenstein, in quanto il suo successore Giovanni Ludovico (1740-1796), non aveva ancora l'età per regnare autonomamente.

A livello nazionale, nel governo del proprio stato, cercò di limitare il debito accumulato dal principato. Colse comunque l'occasione per ristrutturare ed ampliare il castello di Arolsen, sua residenza, in stile rococò.

Carlo Augusto Federico diede inoltre protezione a molti ebrei, a condizione che potessero dimostrare di possedere una fortuna di almeno 1000 talleri; questo fatto portò ad una notevole immigrazione degli ebrei nel principato.

Durante la guerra dei sette anni, la terra del principato di Waldeck subì molti attraversamenti di eserciti e battaglie. Lo stesso castello di Waldeck, occupato dalle truppe francesi, venne assediato per due anni ed infine bombardato nel 1762.

Carlo Augusto Federico, morì il 29 agosto del 1763 e gli succedette il figlio secondogenito Federico Carlo Augusto in quanto il primogenito, Carlo, gli era premorto nel 1756.

Matrimonio e figliModifica

 
Carlo Augusto Federico di Waldeck e Pyrmont con la sua famiglia, in un ritratto di Johann Heinrich Tischbein il Vecchio del 1755

A Zweibrücken, il 19 agosto 1741, Carlo Augusto Federico, sposò una sua cugina di primo grado, la contessa palatina Cristiana Enrichetta di Birkenfeld-Bischweiler (1725-1816), figlia del conte palatino Cristiano III del Palatinato-Zweibrücken, dalla quale ebbe i seguenti figli:

AscendenzaModifica

Carlo Augusto Federico di Waldeck e Pyrmont Padre:
Federico Antonio Ulrico di Waldeck e Pyrmont
Nonno paterno:
Cristiano Luigi di Waldeck
Bisnonno paterno:
Filippo VII di Waldeck
Trisnonno paterno:
Cristiano di Waldeck-Wildungen
Trisnonna paterna:
Isabella di Nassau-Siegen
Bisnonna paterna:
Anna Caterina di Sayn-Wittgenstein
Trisnonno paterno:
Ludovico II di Sayn-Wittgenstein
Trisnonna paterna:
Isabella Giuliana de Solms-Braunfels
Nonna paterna:
Anna Isabella di Rappoltstein
Bisnonno paterno:
Giorgio Federico di Rappoltstein
Trisnonno paterno:
Eberardo di Rappoltstein
Trisnonna paterna:
Anna di Salm
Bisnonna paterna:
Isabella Carlotta di Solms-Sonnenwalde
Trisnonno paterno:
Enrico Guglielmo I di Solms-Sonnenwalde
Trisnonna paterna:
Maria Maddalena di Oettingen-Oettingen
Madre:
Luisa del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld
Nonno materno:
Cristiano II del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld
Bisnonno materno:
Cristiano I del Palatinato-Birkenfeld-Bischweiler
Trisnonno materno:
Carlo I del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld
Trisnonna materna:
Dorotea di Brunswick-Lüneburg
Bisnonna materna:
Maddalena Caterina del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonno materno:
Giovanni II del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonna materna:
Caterina di Rohan
Nonna materna:
Caterina Agata di Rappoltstein
Bisnonno materno:
Giovanni Giacomo di Rappoltstein
Trisnonno materno:
Eberardo di Rappoltstein
Trisnonna materna:
Anna di Salm
Bisnonna materna:
Isabella Carlotta di Solms-Sonnenwalde
Trisnonno materno:
Enrico Guglielmo I di Solms-Sonnenwalde
Trisnonna materna:
Maria Maddalena di Oettingen-Oettingen

BibliografiaModifica

  • L. Curtze: Geschichte und Beschreibung des Fürstentums Waldeck. Arolsen, 1850 p. 617 e seguenti

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN47161981 · ISNI (EN0000 0000 1405 2523 · GND (DE102783012 · CERL cnp00315497 · WorldCat Identities (EN47161981
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie