Carlo Ernesto Accetti

critico d'arte italiano

Carlo Ernesto Accetti (Milano, 15 ottobre 1882Nola, 22 febbraio 1961) è stato uno scrittore e critico d'arte italiano.

BiografiaModifica

Avvocato, fu amico in giovane età di Umberto Boccioni e Sant'Elia[1] con i quali entrò in contratto con l'ambiente dei futuristi. Conobbe successivamente diversi artisti pubblicando "articoli su periodici come «Le Arti Plastiche», «L’Esame», «Monitore dei tribunali», «Ticinum», «Como», «Rivista d'arte», e organizzando mostre di cui curò i cataloghi e, in alcuni casi, le monografie degli artisti.[2] Si deve ad Accetti la scoperta del pittore Innocente Salvini[3]. Nel 1924 completa un'opera biografica dedicata allo scultore dell'Accademia di Brera di Milano Dante Parini.

Tra quelle che segnarono la cultura artistica lombarda negli anni '30 del Novecento, fra le altre, resta la memoria delle due mostre d'arte in risaia città di Mortara da lui volute nel '36 e nel '38 a cui parteciparono Aldo Carpi, Silvio Santagostino, Luigi Bracchi, Narciso Cassino, Timo Bortolotti e quella organizzata, sempre nel '36 in Milano, presso la Zattera dell'Associazione nazionale marinai in congedo ai Navigli.[4].

Nel periodo precedente la Seconda guerra mondiale fu presidente della "Famiglia Artistica Milanese" e dal 1945 al 1952 de La Permanente.[5]

Enrico Baj gli dedicherà una china su carta, intitolata "Ritratto di Carlo E. Accetti"[6].

OpereModifica

  • Il monumento ai caduti di Monza, 1932
  • Parole di reverenza e d'amore... per la premiazione di valorosi, Tip. Moderna, Gallarate 1919.
  • Ezechiele Acerbi pittore pavese, Istituto di Arti Grafiche, Pavia, 1931.[7]
  • Artisti di nostra gente - Antonio Bezzola da Campione scultore (1846-1926), 1932
  • Enrico Pancera da Caravaggio-Il monumento ai caduti di Monza, Milano, 1932.
  • Il caricaturista comasco Luigi Borgomainerio "Don Ciccio" : 5 settembre 1834 - 3 aprile 1876, 1933.
  • La zattera d'arte alla darsena ticinese, Rizzoli e C., Milano, 1936.
  • Nozze Accetti-Minoli , La Varesiana Grafica, 1937.
  • Enrico Butti fra i suoi allievi, La tipografica Varese, Varese, 1938.
  • Cherubino Cornienti, pittore pavese, a Garlate : (1816- 1860), Tip. La Grafica, Della Rivista Lecco, 1939.
  • Disegni di Cherubino Cornienti : 1816-1860, 1939.
  • Dal Castagnè Albino-Lo scultore e il marmo, Monza, 1939.
  • Pinuccia : A Sandhamn di Svezia, Sette lettere, Rizzoli, Milano, 1940, (Per le nozze di Pinuccia Rizzoli e Mimmo Carraro).
  • Lo scultore Dante Parini, Milano, 1942.
  • Salvini, Grafitalia, 1944.
  • Omaggio a Sant’Elia, architetto futurista, nel 40. anniversario dell’eroica morte sul Carso, 1957.[8]
  • Saluto augurale alla Famiglia artistica, Tip. Alfieri & Lacroix, Milano, 1958.

BibliografiaModifica

  • Raffaele De Grada, Carlo Ludovico Ragghianti, Arte in Italia: 1935-1955, Università internazionale dell'arte, EDIFIR, 1992, p. 169
  • Paolo Campiglio, Rachele Ferrario (a cura di), Futurismo e Modernità-Artisti e collezionisti in Lomellina, Skira, Milano, 2008.
  • Donatella Tronelli, La Permanente: un secolo d'arte a Milano, 1886-1986 : [mostra] Palazzo della Permanente, Milano, Società per Le Belle Arti ed Esposizione Permanente, 1986

NoteModifica

  1. ^ Tutto questo generò futurista, in Futurism, The museum of modern art, New York (PDF), su monoskop.org. URL consultato il 28 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2016).
  2. ^ Chiara Mari, Gli album di disegni di Sebastiano De Albertis (PDF), su archiviofotografico.milanocastello.it. URL consultato il 28 agosto 2016.
  3. ^ Raffaele De Grada, Carlo Ludovico Ragghianti, Arte in Italia: 1935-1955, Università internazionale dell'arte, EDIFIR, 1992, p. 169
  4. ^ Futurismo e modernità, Artisti e collezionisti in Lomellina ed Skira, su skira.net. URL consultato il 29 agosto 2016.
  5. ^ Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente-I presidenti, su lapermanente.it. URL consultato il 28 agosto 2016.
  6. ^ Farsetti Arte Casa d'Aste, Valutazione del quadro
  7. ^ Cataloghi storici digitalizzati, Biblioteca dell'Istituto di Archeologia e storia dell'arte. Roma, su cataloghistorici.bdi.sbn.it. URL consultato il 28 agosto 2016. Scheda testo di Carlo Ernesto Accetti. Ristampa per i tipi di Alfieri e Lacroix del 1968.
  8. ^ Cataloghi storici digitalizzati, Biblioteca dell'Istituto di Archeologia e storia dell'arte. Roma, su cataloghistorici.bdi.sbn.it. URL consultato il 28 agosto 2016. Scheda testo di Carlo Ernesto Accetti

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN169590979 · SBN IT\ICCU\TO0V\018335 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011040502