Carlos Ortiz (pugile)

pugile portoricano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo giocatore di calcio a 5 spagnolo, vedi Carlos Ortiz (giocatore di calcio a 5).
Carlos Ortiz
Carlos Ortíz 1966.jpg
Nazionalità Porto Rico Porto Rico
Altezza 170 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Categoria Pesi leggeri e pesi welter junior
Ritirato 20 settembre 1970
Carriera
Incontri disputati
Totali 70
Vinti (KO) 61 (30)
Persi (KO) 7 (1)
Pareggiati 1
 

Carlos Ortiz (Ponce, 9 settembre 1936) è un ex pugile portoricano.

Fu campione mondiale dei pesi welter junior dal 1959 al 1960 e dei pesi leggeri dal 1962 al 1965 e dal 1965 al 1968. La International Boxing Hall of Fame lo ha riconosciuto fra i più grandi pugili di ogni tempo.

La carrieraModifica

 
Carlos Ortiz cede la corona mondiale dei welter junior a Duilio Loi (Milano, 1960).
 
Carlos Ortíz

Professionista dal 1955. Conquistò il primo titolo mondiale nei pesi welter junior, allora vacante, il 12 giugno 1959, a ventitré anni, battendo lo statunitense Kenny Lane, al Madison Square Garden di New York, per Kot alla seconda ripresa[1].

Mise poi in palio il titolo mondiale contro Duilio Loi, all'epoca campione europeo dei pesi welter. Il 15 giugno 1960, sul ring del Cow Palace di Daly City, nei pressi di San Francisco, il triestino fu costretto ad arrendersi con verdetto non unanime[2]. Ortiz, tuttavia, offrì la rivincita al suo avversario e accettò di battersi su un ring italiano.

Il 1º settembre 1960, a Milano, di fronte al pubblico di uno stracolmo Stadio San Siro[3], Ortiz fu costretto a cedere all'italiano la cintura mondiale dei pesi welter junior[4].

Anche la vittoria di Loi, tuttavia, non era stata unanime, in quanto un giudice statunitense si era pronunciato per il pari. Il portoricano riuscì quindi a ottenere facilmente l'organizzazione di un terzo incontro che si disputò nuovamente a San Siro, il 10 maggio 1961[5]. In tale occasione, il verdetto ai punti fu unanime[6] e l'italiano mantenne il titolo riuscendo anche ad atterrare Ortiz alla sesta ripresa.

La sconfitta, tuttavia, non interruppe la brillante carriera del portoricano che, nemmeno un anno dopo, affrontò l'italiano Paolo Rosi, al Madison Square Garden di New York, nella semifinale per il titolo mondiale dei pesi leggeri. Ortiz si aggiudicò la vittoria ai punti in dieci riprese, pur essendo finito al tappeto al 9º round sino al conto di otto[7].

Il portoricano conquistò il titolo mondiale dei leggeri WBA il 21 aprile 1962 al primo tentativo battendo Joe Brown, che era stato eletto Fighter of the year (pugile dell'anno) dalla rivista statunitense Ring Magazine nel 1961. Lo difese vittoriosamente al Ryōgoku Kokugikan di Tokyo, mettendo KO al quinto round il giapponese Teruo Kosaka.

Ortiz riunificò il titolo mondiale (WBA e WBC) battendo il cubano Doug Vaillant per Kot alla tredicesima ripresa. Respinse l'attacco al suo titolo da parte del campione del mondo dei pesi superpiuma Flash Elorde, battendolo per Kot alla quattordicesima ripresa nel ring di Manila a lui non favorevole[8].

Dopo un'altra vittoriosa difesa perse temporaneamente la cintura nel 1965 a Panama City da Ismael Laguna[9], per poi riconquistarla sette mesi più tardi nella rivincita combattuta a San Juan[10]. Subito dopo concesse il pari a Nicolino Locche, in un incontro sulle 10 riprese, nella categoria superiore, al Luna Park di Buenos Aires[11].

Difese ancora vittoriosamente il titolo a Pittsburgh contro Johnny Bizzarro; due volte contro il cubano ex campione del mondo dei pesi piuma Sugar Ramos, sconfiggendolo prima del limite sia a Città del Messico che a San Juan; nuovamente contro Flash Elorde (KO al quattordicesimo round al Madison Square Garden di New York)[12] e contro Ismael Laguna (netta vittoria ai punti allo Shea Stadium)[13].

Ortiz perse il titolo ai punti il 29 giugno 1968 a Santo Domingo, contro il pugile locale Carlos Teo Cruz, con verdetto non unanime[14], all'età di trentadue anni.

Combatté per l'ultima volta nel 1972, sconfitto per l'unica volta in carriera prima del limite dall'ex campione del mondo Ken Buchanan, per abbandono al 6º round[15].

NoteModifica

  1. ^ Carlos Ortiz vs. Kenny Lane (secondo incontro)
  2. ^ Carlos Ortiz vs. Duilio Loi (primo incontro)
  3. ^ 53.000 spettatori paganti per un incasso di 103 mln lire, mentre i presenti furono stimati in oltre 70.000, comprendendo i beneficiari di biglietti omaggio e quelli presumibilmente falsificati Corriere della Sera, 3 settembre 1960
  4. ^ Duilio Loi vs. Carlos Ortiz (secondo incontro)
  5. ^ Il numero degli spettatori stavolta fu inferiore: solo 29.494 paganti, per un incasso di L. 69.218.780. Corriere della Sera, 12 maggio 1961
  6. ^ Duilio Loi vs. Carlos Ortiz (terzo incontro)
  7. ^ Carlos Ortiz vs. Paolo Rosi
  8. ^ Carlos Ortiz vs. Flash Elorde (primo incontro)
  9. ^ Carlos Ortiz vs. Ismael Laguna (primo incontro)
  10. ^ Carlos Ortiz vs. Ismael Laguna (secondo incontro)
  11. ^ Carlos Ortiz vs. Nicolino Locche
  12. ^ Carlos Ortiz vs. Flash Elorde (secondo incontro)
  13. ^ Carlos Ortiz vs. Ismael Laguna (terzo incontro)
  14. ^ Carlos Teo Cruz vs. Carlos Ortiz
  15. ^ Ken Buchanan vs. Carlos Ortiz

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica