Apri il menu principale

Carmen Boni

attrice italiana

BiografiaModifica

Nasce anagraficamente come Maria Carmela Bonicatti, figlia di un colonnello dell'esercito e di Teresa Rovere di Bergeggi. Debuttò nel 1919 sul grande schermo in una pellicola prodotta dalla Nova Film con il suo vero nome. Dopo un incontro con Diana Karenne decise di passare al nome d'arte con la quale sarà più conosciuta, con titoli che ottengono grandi successi popolari diretti perlopiù da Guglielmo Zorzi e da Augusto Genina, con il quale ebbe una relazione che sfociò nel matrimonio.

A partire dal 1926, con il film L'ultimo Lord si fece notare anche a livello internazionale, soprattutto in Germania, dove ha lavorato fino all'avvento del sonoro. Al principio di quell'era lasciò la Germania per andare a Parigi, negli studi di proprietà della Paramount Pictures, per realizzare alcuni film realizzati in molteplici versioni; con l'avvento del doppiaggio, però, interruppe praticamente l'attività cinematografica, fatti salvi tre film nel periodo dell'anteguerra tra il 1934 e il 1943. Nel dopoguerra fece un'ultima apparizione nel 1948 per poi ritirarsi definitivamente.

Sposata dal 1936 una seconda volta con Jean Rigaux, muore nella capitale francese nel 1963 all'età di 62 anni travolta da un'automobile[1].

FilmografiaModifica

 
Carmen Boni con Asta Nielsen

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN56325250 · ISNI (EN0000 0000 4427 6982 · LCCN (ENno2004063318 · GND (DE1061251675 · BNF (FRcb14670101t (data) · WorldCat Identities (ENno2004-063318