Apri il menu principale
Presunta casa di Lucia a Olate
Casalucia.jpg
Presunta casa di Lucia nel rione di Olate
Localizzazione
StatoItalia Italia
Divisione 1Lombardia Lombardia
LocalitàLecco
IndirizzoVia Caldone, 19
Coordinate45°51′40.26″N 9°24′09.16″E / 45.861182°N 9.402544°E45.861182; 9.402544Coordinate: 45°51′40.26″N 9°24′09.16″E / 45.861182°N 9.402544°E45.861182; 9.402544
Informazioni generali
Condizioniin uso
UsoResidenza privata

La presunta casa di Lucia è, secondo il romanzo di Alessandro Manzoni, il luogo di residenza di Lucia Mondella. L'abitazione si trova nel quartiere di Olate, nel comune di Lecco in Lombardia.
Nonostante sia considerata da vari studiosi di topografia manzoniana come l'abitazione più attendibile, essa è contesa con un'altra casa situata nel quartiere di Acquate denominata come Tradizionale casa di Lucia; entrambe all'epoca località autonome.[1]

Le case, in stile rurale, sono rappresentative dell'architettura lecchese: edificio rustico lineare a due piani, con ballatoio e scale di legno oltre ad un cortile antistante.

Indice

La casa di OlateModifica

«Dominate da questi pensieri, passò davanti a casa sua, ch'era nel mezzo del villaggio, e, attraversandolo, s'avviò a quella di Lucia, ch'era in fendo, anzi un po' fuori. Aveva quella casetta un piccolo cortile dinanzi, che la separava dalla strada, ed era cinto da un murettino.»

(Alessandro Manzoni, capitolo II, Promessi Sposi, 1840)

La casa di Olate, situata a poca distanza dalla Chiesa di Don Abbondio, è attualmente una residenza privata, pertanto non è possibile la visita al suo interno. Ciò nonostante, se il portone d'ingresso è aperto, si può scorgere il cortile in cui Manzoni fece correre Bettina verso Renzo “gridando: – lo sposo! lo sposo!”.

Sul portale sopra al portone d'ingresso si intravede un affresco decorato con un'Annunciazione risalente al Cinquecento.[2]

La casa di AcquateModifica

La casa di Acquate, situata in via Lucia, è considerata come tradizionale ed ospita attualmente un'osteria pertanto visitabile solo ai clienti della stessa.
Dal cortile si può vedere il colle dello Zucco dove sorgeva il Palazzotto di don Rodrigo.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Lecco: sulle orme di Renzo e Lucia, turismo-lombardia.com. URL consultato il 20 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2013).
  2. ^ Presunta casa di Lucia Mondella, su archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 16 luglio 2014 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2014).

BibliografiaModifica

  • Andrea Spreafico, La topografia dei "Promessi sposi" nel territorio di Lecco, Lecco, Bartolozzi, 1923

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica