Apri il menu principale

Castello Piccolomini (Capestrano)

edificio fortificato di Capestrano
Castello Piccolomini
Capestrano-CastelloPiccolomini 01.JPG
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneAbruzzo
CittàCapestrano
Coordinate42°16′04.803″N 13°46′09.6528″E / 42.268001°N 13.769348°E42.268001; 13.769348Coordinate: 42°16′04.803″N 13°46′09.6528″E / 42.268001°N 13.769348°E42.268001; 13.769348
Informazioni generali
TipoCastello
Inizio costruzioneX-XV secolo
Condizione attualeMunicipio, aperto al pubblico
Castello Piccolomini di Capestrano, Regione Abruzzo. URL consultato il 14 novembre 2017.
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello Piccolomini di Capestrano si trova in provincia dell'Aquila, all'interno del parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

StoriaModifica

Il castello di Capestrano è stato costruito sui resti di una fortificazione medievale, della quale rimane la torre prismatica. La struttura attuale nonostante è frutto di numerosi interventi legati alle famiglie che vi hanno risieduto, come gli Acquaviva, i Piccolomini (ai quali è legato il nome attuale) ed i Medici, ai quali appartenne il castello fino all'abolizione della feudalità.[1]

La struttura dell'edificio attuale risale al 1485 e l'interno è stato completamente restaurato nel 1924, perdendo gran parte delle strutture originali. Attualmente è di proprietà del Comune di Capestrano ed ospita gli uffici del municipio e della Pro loco.

Nell'atrio del Castello è collocata una riproduzione a grandezza naturale del celebre Guerriero di Capestrano.

ArchitetturaModifica

Il castello è composto da due strutture disposte ad "L", delle quali la maggiore, esposta a sud-ovest, forma la facciata principale sulla piazza del paese, mentre il minore limita a nord-ovest il cortile interno, che presenta a nord-est la torre dell'antica costruzione medievale.

La facciata principale è delimitata da due torri tonde. L'ingresso è sovrastato dallo stemma dei Piccolomini ed il primo piano presenta cinque finestre rinascimentali ad arco acuto in marmo. L'ingresso originale, invece, si trovava sul lato est dell'edificio, protetto da un fossato; di questo ingresso attualmente rimangono il rivellino ed i fori per le catene del ponte levatoio, che attualmente è sostituito da una scalinata in pietra.

Il cortile interno ospita al centro un pozzo quattrocentesco in marmo, fiancheggiato da due colonne con capitelli. Delle scalinate in pietra consentono l'accesso dal cortile ai piani superiori.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ il castello, Comune di Capestrano. URL consultato il 6/12/2017.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica