Apri il menu principale

Caterina I di Russia

seconda moglie di Pietro I di Russia
Caterina I
Екатерина I
Catherine I of Russia by Nattier.jpg
Imperatrice e autocrate di tutte le Russie
Stemma
In carica 8 febbraio[1] 1725 -
17 maggio[2] 1727
Predecessore Pietro I
Successore Pietro II
Imperatrice consorte di tutte le Russie
In carica 2 novembre[3] 1721 -
8 febbraio[1] 1725
Incoronazione 18 maggio[4] 1724
(incoronata come co-regnante)
Predecessore Se stessa come zarina consorte
Successore Sofia di Anhalt-Zerbst
Zarina consorte di tutte le Russie
In carica 9 febbraio 1712 -
2 novembre[3] 1721
Predecessore Evdokija Fëdorovna Lopuchina
Successore Se stessa come imperatrice consorte
Nome completo (RU) Marta Samuilovna Skavronskaya
Nascita 15 aprile[5] 1684[6]
Morte San Pietroburgo, 17 maggio[2] 1727
Luogo di sepoltura Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, San Pietroburgo
Padre Samuil Skavronski
Madre Elisabeth Moritz
Consorte Johann Kruse
Pietro I di Russia
Figli Anna, duchessa di Schleswig-Holstein-Gottorp
Elisabetta, imperatrice di Russia
Religione Ortodossa
Firma Catherine I of Russia signature.svg

Caterina I (russo: Екатерина I Алексеевна, tr. Ekaterina I Alekseevna; IPA: jɪkətʲɪ'rinə 'pʲervajə əlʲɪ'ksʲɛjɪvnə, nata Marta Helena Skowrońska, poi russificato in Marta Samuilovna Skavronskaja) (Jēkabpils, 15 aprile 1684[5]Mosca, 17 maggio 1727[2]) è stata la seconda moglie di Pietro I di Russia, Imperatrice di Russia dal 1725 fino alla morte.

BiografiaModifica

Nacque a Jēkabpils (Jacobstadt) in Lettonia. Il suo nome di nascita era Marta Elena Skowrońska ed era figlia di Samuelis Skavronskis, un contadino lituano. A 17 anni andò in sposa a un dragone trombettista svedese di nome Johann Kruse o Johann Rabe e trovò lavoro, come domestica, presso il pastore Ernst Glück a Alūksne (Marienburg); nel 1702 questi fu arruolato nell'esercito per combattere nel conflitto in corso contro la Russia e se ne persero le tracce. Poco dopo, Alūksne cadde in mano ai russi, Caterina fu catturata e costretta a lavorare nella lavanderia del reggimento che la teneva prigioniera.

In seguito fu mandata al servizio del principe Aleksandr Menšikov, grande amico di Pietro I e ne divenne in breve tempo l'amante. Nel 1703, durante una visita a Menšikov, Pietro I incontrò Marta e poco dopo la prese come sua amante. Nel 1705 Marta si convertì alla fede ortodossa ed assunse il nome di Caterina Alekseevna Mikhailova (Ekaterina Alekseevna Mikhailova)[7]. Nel febbraio 1712 divenne ufficialmente moglie di Pietro I al quale diede 13 figli, solo due dei quali (Anna e Elisabetta) superarono l'infanzia.

Nel 1724 Pietro la incoronò zarina e la associò al governo della Russia. Pietro morì nel 1725 senza aver nominato un successore e i reggimenti della guardia imperiale decisero di proclamare Caterina imperatrice di Russia. In realtà il potere si trovava nelle mani del principe Menšikov, antico amante di Caterina, e del Supremo consiglio privato.

Matrimonio e vita familiareModifica

Caterina e Pietro si sposarono in segreto tra il 23 ottobre e il 1º dicembre 1707 a San Pietroburgo.[8] Essi ebbero tredici figli, di cui solo due figlie raggiunsero l'età adulta, Elisabetta (nata nel 1709) e Anna (nata nel 1708). Pietro trasferì la capitale della Russia a San Pietroburgo nel 1712. Mentre la città era in costruzione (1703-1712) lo zar viveva con Caterina in una capanna di legno di tre stanze, dove crebbero i loro bambini e curarono un giardino come una coppia normale. Un gran numero di lettere dimostrano il forte affetto tra Caterina e Pietro. Caterina era la sola in grado di calmare Pietro nelle sue collere frequenti e nelle sue crisi epilettiche.

Catherine seguì Pietro nella guerra russo-turca del 1711. Circondato da uno schiacciante numero di truppe turche, Caterina suggerì a Pietro di utilizzare i suoi gioielli e quelli delle altre donne per corrompere il gran visir ottomano Baltaci Mehmet Pasha a dare loro un rifugio.

Il 9 febbraio 1712 Pietro e Caterina si sposarono nuovamente (questa volta ufficialmente) nella cattedrale di Sant'Isacco di San Pietroburgo.

DiscendenzaModifica

Caterina e Pietro ebbero tredici figli:

  • gran principe Petr Petrovic (1704-1707)
  • gran principe Pavel Petrovic (1705-1707)
  • gran principessa Ekaterina Petrovna (1707-1708)
  • gran principessa Anna Petrovna (1708-1728)
  • gran principessa Elisaveta Petrovna (1709-1762)
  • gran principessa Natal'ja Petrovna di Russia (1713-1715)
  • gran principessa Margarita Petrovna (1714-1715)
  • gran principe Petr Petrovic (1715-1719)
  • gran principe Michail Petrovic (1716-1720)
  • gran principe Pavel Petrovic (1717-1717)
  • gran principessa Natal'ja Petrovna (1718-1725)
  • gran principe Petr Petrovic (1723-1723)
  • gran principe Pavel Petrovic (1724-1724)

Caterina I nel cinemaModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Secondo il calendario gregoriano. Secondo il calendario giuliano la data è il 28 gennaio.
  2. ^ a b c Secondo il calendario gregoriano. Secondo il calendario giuliano la data di morte è il 6 maggio.
  3. ^ a b Secondo il calendario gregoriano. Secondo il calendario giuliano la data è il 22 ottobre.
  4. ^ Secondo il calendario gregoriano. Secondo il calendario giuliano la data è il 7 maggio.
  5. ^ a b Secondo il calendario gregoriano. Secondo il calendario giuliano la data di morte è il 5 aprile.
  6. ^ Encyclopedia Britannica
  7. ^ Per il nome assunto dopo la conversione alla fede ortodossa, Marta scelse Ekaterina Alekseevna Mikhailova perché suo padrino era il principe Aleksej Petrovič e perché Pietro usava il nome di Pietro Mikhailov (Petr Mikhajlov) quando voleva mantenere l'anonimato.
  8. ^ Hughes 2004, p. 136.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN48180588 · ISNI (EN0000 0000 5490 5287 · LCCN (ENn84231190 · GND (DE11872116X · BNF (FRcb133338657 (data) · CERL cnp01009831 · NDL (ENJA00900495 · WorldCat Identities (ENn84-231190