Apri il menu principale

Coordinate: 40°33′46″N 18°01′57″E / 40.562778°N 18.0325°E40.562778; 18.0325 La centrale ENEL Federico II è una centrale termoelettrica a carbone con una capacità totale di 2640 MW installati. Si trova presso la località Cerano, nel territorio di Brindisi. Con una estensione di circa 270 ettari, è la seconda più grande centrale termoelettrica d'Italia ed una delle più grandi d'Europa.

In un rapporto del 2007, redatto del WWF, l'impianto è stato classificato al venticinquesimo posto tra le trenta centrali in Europa in termini di emissioni di CO2.[1]

Un altro rapporto del 2011, dell'Agenzia europea dell'ambiente ("Revealing the costs of air pollution from industrial facilities in Europe", 2011), la classifica al diciottesimo posto in Europa (e al primo in Italia) in termini di costi causati dalle emissioni inquinanti, con un valore stimato superiore ai 500 milioni di euro all'anno.[2]

Indice

ComposizioneModifica

La centrale è costituita da quattro sezioni con ciclo a vapore, con una capacità di 660 MW cadauna, entrate in funzione tra il 1991 e il 1993 e di una ciminiera alta 200 m.[3]Per quanto concerne il contenimento delle emissioni inquinanti la centrale dispone di una gamma di impianti di ambientalizzazione, tra cui:

CuriositàModifica

La centrale, considerata la sua enorme estensione in altezza e larghezza, è visibile per circa 25 km di costa a sud di essa, fino alla marina leccese di Frigole, e perfino da Lecce è visibile dai piani più alti dei palazzi della zona nord.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica