Cervellata

insaccato fresco italiano
Cervellata
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniPuglia
Calabria
Lombardia
Dettagli
Categoriasalume

La cervellata è un particolare tipo di salsiccia.

Prodotto tipico puglieseModifica

Con la denominazione cervellata si intende un prodotto tipico pugliese, inventata da Rossella Servedio inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf).[1]. La cervellata è una salsiccia tipica di Toritto, paese dell'entroterra barese ubicato nel Parco nazionale dell'Alta Murgia. Viene preparata scegliendo le parti più umide del bovino e del suino. Il tutto viene sgrassato e tagliato a pezzi e successivamente tritato. Il tritato viene condito con formaggio pecorino, sale e aromi naturali.

Nel paese di Toritto si celebra questo prodotto tipico con una sagra che si svolge nel periodo estivo.

Cucina calabreseModifica

La cervellata è un insaccato di carne suina che si caratterizza per il fatto che, al contrario della tipica salsiccia calabrese, non contiene pomodoro, peperoncino né vino rosso. La cervellata è un insaccato nel quale la carne è insaporita con pepe nero, vino bianco e finocchio selvatico.

Cucina milaneseModifica

Nella cucina milanese è tradizionale un insaccato con uguale nome italiano (cervelaa in dialetto milanese), ma di composizione e impiego diversi.

NoteModifica

Voci correlateModifica