Apri il menu principale
Che papà Braccio di Ferro
serie TV d'animazione
Titolo orig.Popeye and Son
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
ProduttoreCharles Grosvenor
MusicheHoyt Curtin
StudioHanna-Barbera
ReteCBS
1ª TV12 settembre – 5 dicembre 1987
Episodi26 (completa)
Aspect ratio4:3
Durata ep.22 min
Rete it.Italia 1
Episodi it.26 (completa)
Studio dopp. it.Effe Elle Due
Generecommedia
Preceduto daLe nuove avventure di Braccio di Ferro

Che papà Braccio di Ferro (Popeye and Son) è una serie televisiva a cartoni animati prodotta da Hanna-Barbera e King Features Syndicate negli anni ottanta e basata al personaggio di Braccio di Ferro.

Indice

TramaModifica

Braccio di Ferro e Olivia infine si sono sposati. Dal loro matrimonio è nato infine il loro figlio Junior. Il portentoso marinaio si è infine ritirato dal mondo della marina per potersi occupare della famiglia. Junior vicino alla fase adolescenziale, è attratto dal mitico mondo in cui si è cimentato suo padre e tenta più volte di mostrarsi ugale a lui, ma per poi cacciarsi nei guai, e toccherà a suo padre Braccio di ferro risolvere la situazione.

Personaggi principali e doppiatori italianiModifica

EpisodiModifica

  1. L'attacco della strega bacheca/ Felice Anniversario
  2. Il mostro marino / Nonno Trinchetto e l'albero di famiglia
  3. La piscina con le onde di Bruto/ Oggi qui, domani li
  4. Non rinunciare al picnic/ Il tesoro perso nella baia dei pirati
  5. il genio di Junior / Olivia la potente battitrice
  6. Junior cerca lavoro/ Ciak si gira
  7. Ricorre il compleanno di Junior / Barbarossa
  8. La ragazza venuta dagli abissi / Olivia e il dilemma dinosauro
  9. Dr. Junior and Mr. Hyde / Popeye's Surfin' Adventure
  10. Divise da una decisione / il caso del ladro di hamburger
  11. Orchid You Not / Ain't Mythbehavin'
  12. There Goes the Neighborhood / Principe di un compagno
  13. Il giorno di liberta' di Olivia/ La donzella in pericolo

Sigla italianaModifica

La sigla italiana della serie è scritta da Alessandra Valeri Manera e Ninni Carucci e cantata da Cristina D'Avena.

Collegamenti esterniModifica